Nuova illuminazione a Bibbiena, sostituzione delle lampade

Attualità del 13-10-2017
di Barbara Perissi

Nuova illuminazione a Bibbiena, sostituzione delle lampade

E' iniziata oggi l'opera di sostituzione delle lampade della pubblica illuminazione come previsto nell'appalto. Un primo passa di un grande progetto.Enel Sole, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Bibbiena, avvia il censimento degli impianti di pubblica illuminazione presenti sul territorio comunale: si tratta di un'operazione molto importante che vedrà l'azienda del Gruppo Enel censire e catalogare tutti i sostegni e i punti luce, attraverso l'applicazione di etichette elettroniche. Questa attività è utile per avere il quadro del parco impianti esistente, per gestirlo al meglio e per procedere alla pianificazione della manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria. Per l'identificazione dei complessi illuminanti o dei sostegni relativi agli impianti di pubblica illuminazione, saranno utilizzate delle targhette intelligenti dotate di un micro-chip di ultima generazione. Le targhette saranno di due tipi, le prime da applicare su sostegni e quadri di alimentazione, realizzate su supporto autoadesivo, idonee per applicazione su sostegni metallici o lega (ferro, zinco o ghisa) o sugli armadi dei quadri di pubblica illuminazione, mentre le secondo andranno su pareti in muratura, realizzate su un supporto plastico dotato di opportune asole per permetterne l'ancoraggio sia con l'uso di tasselli che fasce metalliche, idonee per applicazione su pareti e muri di edifici o pali in cemento. La superficie delle targhette è in policarbonato oppure poliestere, mentre il rivestimento interno è fatto con un particolare biadesivo che assicura robustezza. Il chip si trova all'interno, sulla targhetta vi è uno spazio su sfondo blu con scritte rosse utile ad apporre 5 cifre identificativedell'impianto, anch'esse adesive e realizzate con materiale speciale per proteggerle dall'irraggiamento solare, dalle radiazioni UV e dalle intemperie. All'interno delle targhette unmicroprocessore dotato di antenna e memoria può comunicare in modo bidirezionale e i dati scambiati possono essere memorizzati all'interno del chip: le squadre di manutenzione, attraverso tablet o smartphone e apposita app, potranno dialogare con gli impianti, verificare il servizio erogato, le coordinate geografiche dell'oggetto, l'anno di installazione, la data con ora e minuti in cui è stata eseguita l'ultima operazione e una serie di informazioni utili per la gestione e la programmazione degli interventi.Si tratta di un sistema avanzato di automatizzato che consente di telecontrollare gli impianti e di ridurre notevolmente tempi e modalità di intervento. Una volta terminato il processo di censimento, Enel Sole partirà con gli interventi di ottimizzazione tecnologica e rinnovo impianti. Enel Sole ricorda di essere contattabile al numero verde 800901050 e fax 800901055  o alla mail sole.segnalazioni@enel.com "Siamo molto soddisfatti – ha detto il sindaco di Bibbiena Daniele Bernardini – per il progetto di riqualificazione energetica complessiva del nostro territorio soprattutto perché con questo primo passo ci avviciniamo ad una vera rivoluzione nell'ambito dell'illuminazione pubblica con risparmio energetico, risparmio economico e qualità del servizio".Ricordiamo i punti salineti del progetto esecutivo degli interventi di riqualificazione energetica, messa in sicurezza ed adeguamento normativo degli impianti di pubblica illuminazione, interamente affidati in gestione ventennale ad Enel Sole srl.Si tratta di una vera e propria rivoluzione, con un investimento superiore al milione e mezzo di euro in lavori di riqualificazione energetica, risparmio energetico, messa a norma, ammodernamento tecnologico, messa in sicurezza, miglioramento dell'efficienza luminosa, corretto dimensionamento illuminotecnico degli impianti stradali, contenimento dell'inquinamento luminoso, telecontrollo e tele gestione che vedremo nei prossimi mesi.Questi alcuni dati delle opere che saranno realizzate: 1656 apparecchi stradali sostituiti, 570 nuove armature di arredo urbano, 366 refitting di lanterne artistiche, 102 ricablaggi bi-regime, 183 sostituzioni di proiettori, 78 rimozioni complete, 120 mere sostituzioni di lampada, per un parco luci "post operam" con alimentatori elettronici a sorgenti LED ad alta resa cromatica con flusso regolabile per il 96% degli impianti.




POTREBBERO INTERESSARTI