Jacques Prevert poeta d'Amore e Libertà

Letture e Poesie del 24-08-2017
di Francesco Germani

Jacques Prevert poeta d'Amore e Libertà

Abbiamo quasi sempre parlato di Romanzi, lasciando la grande esclusa a sé stessa. Ma se la rubrica si chiama Letture e Poesia, se si arriva al punto di separare i due ambiti come se la Poesia non fosse semplice lettura, allora forse Le dobbiamo qualche articolo in più. Sembrerà un tentativo di scrivere meno, vi lascio due righe sul poeta, un paio di poesie che mi piacciono e ho finito con l'articolo; ma non è così. La Poesia è per sua natura più breve, fatta di impressioni, ogni parola è una pennellata ed è fondamentale scegliere bene il colore e la forza. E fare l'analisi tipo maestrina di scuola, in cerca di figure retoriche e schemi metrici, in cerca di significanti più profondi, da dettare come legge non è assolutamente il mio stile. La Poesia cessa di essere del Poeta nel momento in cui la scrive, è come una canzone, è di chi la legge, di chi l'ascolta, quindi non ha senso addentrarsi troppo in quello che il Poeta voleva comunicare; conta molto di più quello che il lettore vede indossando le lenti colorate di quei versi. Non è qualunquismo, né relativismo, è solo Poesia.
Jacques Prévert, uno dei poeti più amati dai giovani di tutti i tempi, infrange le barriere dell'élite ermetica-poetica riuscendo a rendersi comprensibile a tutti, con la semplicità mai banale o scontata di chi davvero ha qualcosa dentro che brucia e deve necessariamente sputarla fuori. Prévert è il cantore dell'amore e della libertà. Parla d'amore con versi avvolgenti che esprimono il distacco dal mondo circostante, lasciando scivolare delicatamente in un'atmosfera ovattata coloro che si amano. Talvolta incuranti dei passanti che li guardano con disapprovazione, talvolta attori invisibili nel buio di una stanza a lume di candele spente. Ma parla anche di libertà e lo fa sia con il sentimento del ribelle, di chi non sopporta assurde costrizioni ed è pronto a sacrifici per la sua lotta, sia con la disillusione e l'autoironia di chi invece, ormai invischiato nel quotidiano e nelle responsabilità, non può più permettersi il guizzo giovanile rivoluzionario.

I RAGAZZI CHE SI AMANO
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore

PARIS AT NIGHT
Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L’ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia.

I PRODIGI DELLA LIBERTÀ
Fra i denti di una tagliola
La zampa di una volpe bianca
E sangue sopra la neve
Sangue della volpe bianca
E tracce sopra la neve
Tracce della volpe bianca

Che fugge su tre zampe
Nel sole che tramonta
Con stretta fra i suoi denti
La lepre ancora viva.

IL TEMPO PERSO
Sulla porta dell'officina
d'improvviso si ferma l'operaio
la bella giornata l'ha tirato per la giacca
e non appena volta lo sguardo
per osservare il sole
tutto rosso tutto tondo
sorridente nel suo cielo di piombo
fa l'occhiolino
familiarmente
Dimmi dunque compagno Sole
davvero non ti sembra
che sia un po’ da coglione
regalare una giornata come questa
ad un padrone?

Bene, adesso che ho sproloquiato per qualche riga in più, posso confessarlo, volevo soltanto scrivere di meno.



*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.



POTREBBERO INTERESSARTI