Ultimo agg. 8 minuti fa

Pd aretino delegittimato. Per la segreteria Ricci elezioni in salita

Editoriale del
di Luigi Alberti
792

Pd aretino delegittimato. Per la segreteria Ricci elezioni in salita

Base aretina del Pd sconcertata in vista del voto del 4 Marzo. Il ticket Donati-Nencini nei collegi uninominali non ha suscitato particolari entusiasmi. Ma la lettura dei candidati al proporzionale ha spiazzato tutti visto che nessun aretino è entrato nel listino della Camera, mentre al quarto posto del Senato è stata inserita l'ex vice sindaco di Terranuova Katia Faleppi che non era stata neanche menzionata nella rosa dei possibili aspiranti. Qualcuno dirà, anche in passato, soprattutto nella Prima Repubblica, erano solite certe cose. Nel 1979, tanto per fare un esempio gli elettori dc della zona si dovettero sorbire l'ex Presidente dell'Iri Petrilli per il collegio Senatoriale.  Un nome che non era certo espressione del territorio. Su Donati nessuna remora e anche Nencini, sebbene sia un candidato espressione di un piccolo partito alleato (ma con una grande storia), è ben accetto, se non altro perchè da vice Ministro delle Infrastrutture, conosce bene le esigenze della nostra provincia. Ma è la composizione del proporzionale che ha sorpreso. Perchè Renzi ha bocciato per intero una classe dirigente che poteva esprimere delle candidature in grado di rappresentare il territorio e garantire un rapporto serio con l'elettorato? E' un quesito che ancora non ha trovato delle risposte adeguate. Politicamente parlando la posizione più delicata è proprio quella del da poco segretario provinciale Albano Ricci. Se Roma (anzi Firenze ndr) fa di testa sua, che ci stanno a fare le rappresentanze locali? Organizzare le Primarie poteva essere pericoloso per un aspetto, ma agire in questa maniera, per il Pd rischia di diventare un vero e proprio suicidio politico. Una cosa è certa, questo Pd necessita di una seduta psicanalitica. Aver scelto come capolista una che si chiama Rotta da adito a valutazioni disparate. I democratici stanno navigando a vista, in mezzo ad un mare molto mosso, alla ricerca di una rotta giusta . E chissà se la troveranno.