Ultimo agg. 9 ore e 31 minuti fa

Pronto Soccorso e carenze del fine settimana

Editoriale del
di Luigi Alberti
166

Pronto Soccorso e carenze del fine settimana

L'Epifania è la festa che chiude i conti e apre un altro contenzioso. Quello della salute. E' di questi giorni la notizia delle proteste al Pronto Soccorso. la nota della Cgil dei giorni scorsi ha scatenato l'ira del Dipartimento che ha risposto per le rime ai rilievi fatti dalla organizzazione sindacale. Anche il Prc ha fatto sentire la sua voce, accusando lo scarso numero del personale a disposizione in un settore nevralgico dell'ospedale. E' dovuto scendere in campo sia il Direttore generale Desideri che con l'avallo del responsabile dei medici di base, ha fatto un appello perchè non si ricorresse al pronto soccorso in maniera indiscriminata, pena l'ingolfamento, termine brutto ma che rende l'idea, della struttura. Un appello che poi è andato a cozzare contro la realtà visto che nel week end, soprattutto al pronto soccorso pediatrico c'è stato un picco di richieste di ricovero. L'altra faccia della medaglia ha comportato una lunga attesa che ha scatenato una miriade di mugugni e proteste. La replica del Direttore è stata assai didascalica. "Nel fine settimana l'aumento dei ricoveri è normale, ma due medici non bastano ad assolvere il servizio" Morale, il personale è sotto organico e i medici di base nel fine settimana non sono in servizio. Tranne le guardie mediche, che hanno a volte territori impossibili. Serve una soluzione rapida in vista del picco dell'influenza. Che non fa sconti a nessuno.