Perchè andare a teatro?

Curiosità del 30-11-2017
di Sabina Karimova

Perchè andare a teatro?

Il teatro occidentale ha le sue radici nell’Antica Grecia, a partire dal VI secolo a.C: in carri che fungevano da spazio scenico gli attori, muniti di maschera, usavano rappresentare tragedie o commedie con scopo educativo. Ma il teatro riesce a raggiungere il suo apice solo nella Roma Antica, quando i testi di grandi maestri come Plauto o Seneca vengono usati per le rappresentazioni teatrali:  la recitazione inizia a prendere forma come una vera e propria arte. Nonostante le molte resistenze, soprattutto da parte della Chiesa Cattolica, il teatro è riuscito a sopravvivere anche nel medioevo (attraverso rappresentazioni improvvisate e figure popolari come i giullari) per approdare alla sua età d’oro:  Il  Rinascimento. La riscoperta e la valorizzazione degli antichi classici da parte degli umanisti permisero lo studio delle opere relative al teatro non solo dal punto di vista drammaturgico ma anche da quello architettonico e scenografico, cosa che incentivò la costruzione e l'allestimento di nuovi teatri: è questo il punto di partenza di una grande tradizione. Una tradizione che ha attraversato secoli di storia, una tradizione che ha visto uomini di ogni età e di ogni ceto sociale, che ha saputo costruirsi un ruolo fondamentale all’interno della società, una tradizione che ha saputo insegnare e affascinare. Il teatro esiste fin dall’antica Grecia (forse anche da prima) e continua a vivere ancora oggi, in ogni parte del mondo. Forse proprio perché munito di questa area così maestosa, il teatro spesso ci spaventa: abbiamo il timore di sembrare fuori luogo, abbiamo paura di annoiarci o di non capire, ci sembra un’ usanza a noi lontana e irraggiungibile. E invece, ovviamente, ci sbagliamo: ormai il teatro è accessibile a tutti, offre spettacoli adatti a ogni tipo di pubblico ed è una consuetudine che tutti noi dovremmo adottare, ed ecco perché: 

1-il teatro è magico: solo l’ingresso dentro il teatro vale tutta l’esperienza. La tradizione e il futuro che si mescolano, il palcoscenico, il sipario che si apre, gli applausi, l’eleganza,  il profumo.

2-il teatro è unico, nel vero senso della parola. Lo spettacolo che noi vediamo non sarà mai uguale alla prossima replica e non è uguale alla replica precedente. Quindi si ha la possibilità di viversi qualcosa di irripetibile.

3- La potenza dell’immediatezza: gli attori recitano davanti ai tuoi occhi e ti rendono partecipe della nascita di un’opera d’arte, proprio in quel momento. Fra  te, spettatore, e loro, attori, si instaura una connessione fatta di un continuo scambio di sensazioni e di emozioni.

4-Ti insegna il rispetto. Infatti  a teatro ci sono regole ben precise da seguire, ma semplicemente per permettere all’attore di svolgere bene il suo lavoro e dare il massimo: tutto ciò ha un ruolo educativo e benefico per la società. Finalmente nessuno vicino a te parlerà per tutto il tempo o ti farà perdere metà delle scene sgranocchiando pop corn.

5- il teatro è formazione. Il teatro ha la possibilità, con linguaggi semplici ed immediati, di insegnare cose essenziali per lo sviluppo e la crescita soprattutto dei più piccoli.

6- il teatro è cultura. Quale modo migliore per scoprire e conoscere la letteratura, la danza, la musica e la poesia?

7- Il teatro è emozione. E’un luogo dove ognuno di noi scopre o ritrova se stesso  immergendosi per una sera  in storie che prendono vita davanti ai propri occhi. E’ un luogo che ti permette di condividere un’ esperienza con tutte le persone che sono sedute lì accanto a te. E’ una realtà che ti permette di usare la tua fantasia, e sentirti, almeno per alcune ore, finalmente libero.

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.



POTREBBERO INTERESSARTI