Isola d’Elba: oltre al mare c’è di più! La Villa di San Martino e gli altri luoghi dell’Isola

Mete del 09-11-2017
di Fabiana Peruzzi

Isola d’Elba: oltre al mare c’è di più! La Villa di San Martino e gli altri luoghi dell’Isola

Siamo ancora a Novembre e, non so voi, ma io ho già voglia di mare. Il pensiero non può non tornarmi a questa estate e in particolare alla mia vacanza all’Isola d’Elba.

L’attrazione principale sono senza dubbio le calette dall’acqua cristallina – la cosa migliore è avere a disposizione una barchetta o un gommone in modo da raggiungere facilmente queste piccole spiaggette incontaminate  – ma l’Elba non è solo questo.

L’isola toscana offre infatti tante altre attrazioni: musei, siti archeologici, fortezze e luoghi di culto; tutte tracce degli antichi popoli (etruschi, romani) e dei personaggi illustri (Napoleone Bonaparte) che qui vi hanno abitato. Essendo il mio soggiorno durato una settimana, sono riuscita a vedere solo la Villa di San Martino, una delle due residenze di Napoleone sull’Isola (l’altra si trova a Portoferraio).

Villa di San Martino si trova in mezzo alla campagna, a circa 5 km da Portoferraio, ed è stata la residenza estiva di Napoleone durante il suo esilio all’Elba. Dopo la rovinosa battaglia di Lipsia e a seguito del trattato di Fontainbleau, l’Imperatore d’Europa fu costretto ad abdicare dal trono di Francia, scegliendo l’Elba per il suo esilio durato dieci mesi, dal 3 Maggio 1814 al 26 Febbraio 1815.

La maestosa architettura neoclassica che oggi accoglie il visitatore risale al 1851 quando il conte Anatolio Demidoff, marito della nipote di Napoleone Matilde di Monfort, volle costruire un ambiente adatto ad ospitare la sua collezione di cimeli napoleonici (degna di nota è l’originale della Galatea, scolpita dal Canova per cui sembra posò Paolina Borghese, sorella di Napoleone).

La residenza originaria si trova al secondo piano dell’attuale edificio e vi accorgerete che l’architettura sobria dell’esterno contrasterà con la ricchezza delle sale interne, progettate dall'architetto Bargigli e affrescate dal torinese Vincenzo Antonio Revelli.

Di grande impatto sono, soprattutto, la sala dedicata alla campagna in Egitto, affrescata totalmente in trompe l'oeil, e la sala del nodo di amore, dedicata a Maria Luisa, la moglie di Napoleone. L’affresco sul soffitto riporta, difatti, due colombi che allontanandosi stringono sempre più forte un nodo: a rappresentare l'amore fra i due amanti che si fa più intenso nel momento in cui i due si trovano lontani.

Finita la visita e prima di riprendere il viaggio, vi consiglio di approfittare di un momento di ristoro all’ombra delle grandi palme che circondano la villa. Questa è facilmente raggiungibile con la macchina, quindi adatta a grandi e piccini.

Info: https://www.infoelba.it/isola-d-elba/luoghi-da-visitare/musei/villa-di-san-martino/ 

 

Di seguito potete trovare un elenco di altri posti consigliati:

Musei (Musei dei Minerali, Museo Mineralogico, Miniere di Capoliveri e Parco Minerario)

https://www.infoelba.it/isola-d-elba/luoghi-da-visitare/musei/http://www.minieredicalamita.it/

Siti Archeologici (Villa Romana delle Grotte, Villa Romana della Linguella, Lavatoi Pubblici)

https://www.infoelba.it/isola-d-elba/luoghi-da-visitare/luoghi-storici/

Fortezze (Forte Focardo, Forte Falcone, Forte Inglese)

https://www.infoelba.it/isola-d-elba/luoghi-da-visitare/forti-fortezze/ 

Chiese e Santuari (Santuario della Madonna di Monserrato, Eremo di Santa Caterina, Chiesa di San Niccolò) https://www.infoelba.it/isola-d-elba/luoghi-da-visitare/chiese-santuari/

 

Quindi, se vi capita un giorno di tempo brutto non vi demoralizzate, c’è tanto da fare!! ????

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.




POTREBBERO INTERESSARTI