Ultimo agg. 12 ore e 14 minuti fa

Fermato per spaccio richiedente asilo nigeriano. Altre operazioni tra Saione e Pionta

Cronaca del
di Luigi Alberti
91

Fermato per spaccio richiedente asilo nigeriano. Altre operazioni tra Saione e Pionta

Operazione anti droga all'interno dei giardini di Campo di Marte, nel cuore del quartiere Saione. 3 pattuglie della Polizia di Stato- dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo e del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze coadiuvati dalla Polizia Locale- appositamente impiegate nel quartiere nell’ambito di servizi straordinari di controllo disposti dal Questore di Arezzo per contrastare fenomeni di illegalità, hanno bloccato ed arrestato un cittadino nigeriano, O.O. del 1996, regolare sul territorio nazionale in quanto richiedente asilo, che era stato notato dagli agenti mentre confabulava con fare circospetto con un cittadino italiano. Date le circostanze gli uomini delle Volanti procedevano al controllo del nigeriano il quale cercava di disfarsi immediatamente di alcuni involucri tentando di inghiottirli. Il tentativo riusciva solo parzialmente grazie all’intervento tempestivo degli operatori che recuperavano subito 4 involucri contenenti eroina pronti per lo spaccio ed inoltre veniva accertata, tramite esami radiologici, la presenza nello stomaco del nigeriano di ulteriori 3 confezioni di eroina che lo stesso era riuscito ad ingoiare.Poche ore più tardi, sempre nei giardini Campo di Marte, altre pattuglie delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, arrestavano un cittadino del Gambia, S.I. del 1990, regolare con il soggiorno in quanto richiedente asilo ma già gravato da un Foglio di Via del Questore di Arezzo, che alla vista degli agenti si dava a precipitosa fuga venendo poi bloccato e trovato con 2 involucri di cellophane termosaldati contenenti eroina e già pronti per lo spaccio. In serata, infine, sempre nel quartiere SAIONE, gli uomini della Volante, fermavano per un controllo un cittadino tunisino che da un accurata verifica risultava avere a suo carico un provvedimento di espulsione. Pertanto lo stesso, già gravato da precedenti penali, già in giornata verrà rimpatriato in Tunisia.I due stranieri arrestati sono trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio di convalida dell’arresto.