Ultimo agg. 6 ore e 12 minuti fa

Un'altra botta per il Pd. L'emorragia rischia lo smottamento nel territorio

Editoriale del
di Luigi Alberti
333

Un'altra botta per il Pd. L'emorragia rischia lo smottamento nel territorio

Un'altra sconfitta. Botta pesante per il Pd aretino che ha sposato un basso profilo in questa campagna elettorale dove nei due comuni in cui si è votato, è stata netta la sconfitta dei candidati punto di riferimento di Piazza Sant'Agostino. A Caprese si è registrato l'ennesimo ribaltone che ha portato sullo scranno più alto del comune montano tiberino Claudio Baroni, consigliere comunale uscente legato alle posizioni di centrodestra. L'alternanza sembra essere il leit motiv del paese che ha dato i natali a Michelangelo visto che gli ultimi 20 anni centro destra e centrosinistra hanno fatto la staffetta spesso. Lo sconfitto Fabio Santioni è anche il locale segretario del Pd, era consapevole delle difficoltà del momento e di più non poteva certo fare visto che non è riuscito nemmeno a completare la squadra dei candidati disponibili. Più politicamente pesante la sconfitta di Alberto Ciolfi (nella foto)  a Capolona. Già sindaco negli anni '90, per anni Ciolfi è stato al vertice di Coingas prima ed Estra poi. Politicamente dunque esposto, Ciolfi subì un mezzo smacco un anno fa quando non riuscì a fare passare la proposta di unire Capolona con Subbiano. Ieri i suoi concittadini lo hanno sostanzialmente bocciato, aprendo la strada a Mario Francesconi, un neofita della politica che arriva direttamente dal mondo dell'artigianato. Francesconi ha avuto l'appoggio anche di una parte di elettori e iscritti pd che di Ciolfi non ne volevano più sapere. E qui sta forse il vero segreto della sconfitta. Capolona rischiava l'autocrazia. I cittadini hanno detto di no a questa ipotesi. Ultima considerazione, all'appello è mancato il voto di Laterina-Pergine per i motivi che dolorosamente hanno obbligato al rinvio. In questi due mesi, se il trend è questo, il Pd dovrà fare i salti mortali per evitare un'altra delusione.