Ultimo agg. 4 ore e 56 minuti fa

Liste di attesa, finora solo promesse. Per la Regione Arezzo è da quelle parti. Duro attacco di Apa (Forza Italia)

Politica del
di Luigi Alberti
34

Liste di attesa, finora solo promesse. Per la Regione Arezzo è da quelle parti. Duro attacco di Apa (Forza Italia)

Che le liste di attesa godano di un regime di abbattimento è una vera e propria circonlocuzione. Si vada a dirlo a tutte quelle persone che sono in attesa con tempi "biblici", il tutto purtroppo è ancora da vedere – così ribadisce Jacopo Apa capogruppo e segretario comunale di FI – magari dopo aver copiato bene le nostre precedenti proposte. Con calma, tanto i cittadini sono in lista d'attesa. Forza Italia prova fastidio? Certo, ma sulla gestione delle politiche sanitarie che hanno portato ad un quasi collasso del sistema che non funziona da anni e che si riversa spietatamente verso il territorio e i cittadini, per il nostro caso Arezzo e gli aretini, che, non possono tra l'altro essere liquidati con un semplice "da quelle parti". Purtroppo questo è il PD che amministra la Regione Toscana, questo pare essere il trattamento politico e non ci stiamo più. Se è vero che la Regione individua i problemi e li risolve, allora questo è un problema! Arezzo non è la periferia di nessuno – dice Apa -. Per noi amministratori, "di queste parti", inoltre, la salvaguardia della salute come gli indirizzi politici e socio-sanitari degli aretini, è un dovere e lo svolgiamo convintamente nel pieno esercizio delle nostre funzioni. Siamo anche autonomi nel rispondere con rispetto a chiunque, senza aver politicamente bisogno di interlocutori che parlano con linguaggio tecnico-politico ormai lontano dai cittadini. Una lontananza politica sempre più decisa ed evidente. Tornando al tema, è ormai assodato da tempo, che si parla delle liste d'attesa grazie all'impegno di Forza Italia, pare non essere mai stata, infatti, una preoccupazione della Regione, altrimenti non ci troveremo "delibere" fatte ad hoc e d'emergenza, precedute da proclami ed enunciazioni, fatte per anni interi senza decisioni risolutive se pur minime. Comunque – conclude Apa - "da queste parti" le antenne rimarranno sempre dritte, anche perché oramai il vento, pare già cambiato. Attenzione alle stranezze d'estate piuttosto "da quelle parti", non si sa mai che qualche rimpasto di Giunta faccia calare una "serenità politica" apparentemente assodata da tempo.