“Lo smartphone renderà la nostra vita migliore” #SfatareUnMito

Curiosità del 29-10-2017
di Sabina Karimova

“Lo smartphone renderà la nostra vita migliore” #SfatareUnMito

Questo strano aggeggio denominato “smartphone”, ovvero un telefono cellulare con capacità di calcolo, di memoria e di connessione dati molto più avanzate rispetto ai normali telefoni cellulari, è stato messo in vendita per la prima volta nel 1993 dalla BellSouth. Una vera e propria rivoluzione rispetto ai dispositivi di precedente generazione: un aumento delle prestazioni e delle applicazioni che possono aiutare l’uomo, una connessione internet, una fotocamera e insomma tutto ciò che serve per semplificare con un click la nostra realtà.Siamo arrivati al 2017 e ne sono passati di anni dalla vendita del primo smartphone. La domanda però è una sola: veramente questo oggetto ha reso la nostra vita migliore? Eccoci qua, a sfatare questo mito. Ovviamente niente di apocalittico, non siamo qui a demonizzare un prodotto che se utilizzato nel modo giusto può essere veramente utile per la nostra quotidianità e per il nostro lavoro ma cerchiamo di spiegare come in realtà non ha migliorato il nostro modo di vivere, perché, ahimè, non siamo stati in grado di dominarlo e ci siamo fatti sopraffare da questa realtà che ci ha totalmente inghiottito.Date uno sguardo in giro a parenti, amici o sconosciuti, al bar come su un treno o in ufficio. Siamo costantemente incollati a quel filo invisibile che ci lega indissolubilmente a quel maledetto cellulare che, invece, di renderci liberi, ci ha schiavizzato. Se inizialmente sono stati soprattutto i giovani ad essere accusati di dipendenza da cellulare, ormai non è neanche utile fare una distinzione del genere perché tutti, dai più giovani ai più anziani, hanno uno smartphone e ci tengono a curare la loro realtà virtuale.Non siamo scienziati e nemmeno psicologi, quindi non possiamo stare qui a cercare soluzioni su come poter cambiare questa realtà. Però una cosa la possiamo fare: darvi 10 semplici motivi per cui staccarvi da quel maledetto schermo.1-      Pensa alla tua vista: passando troppo tempo a fissare il telefono rischi di avere gli occhi irritati, il mal di testa e la visione appannata.2-      Guardare tutte quelle foto sui social network di modelle perfette è davvero un pericolo per la tua autostima. E’ senza dubbio difficile che si voglia far vedere i propri difetti al mondo intero, quindi si cerca di far passare per reale ciò che reale non è.  E questo può danneggiarti, perché finisci per pensare che solo te al mondo non sei perfetta, quando sono solo i social che storpiano la verità.3-      Cosa risaputa da sempre: il cellulare emette radiazioni potenzialmente dannose.4-      Il telefono finisce per essere una grande distrazione: lo usiamo mentre camminiamo, mentre attraversiamo la strada, mentre guidiamo. E questo ovviamente è pericoloso non solo per noi, ma per tutte le persone che ci stanno intorno.5-      Danneggi il tuo essere. Perché? Perché nei social network cerchiamo di proiettare non ciò che siamo, ma ciò che vorremmo essere. E quando ci rendiamo conto di avere due immagini del proprio sé, quella reale e quella che abbiamo costruito nel mondo virtuale, si crea un gap che può portare disagio e sofferenza.6-      Quando viviamo una nuova esperienza, rischiamo veramente di perderci gran parte delle cose che ci circondano perché siamo impegnati a scattare foto e a raccontare al mondo intero cosa stiamo facendo. Mettete quel maledetto telefono in tasca, alzate la testa e ammirate le meraviglie da cui siete circondati.7-      La luce blu artificiale emessa da smartphone e tablet fa sballare gli ormoni che favoriscono il sonno. Inoltre, la vibrazione, il suono di un messaggio o la luce possono svegliarti durante la notte.8-      Siamo sempre distratti, stanchi o spossati. Questa sensazione è spesso dovuta all’uso smodato del telefono: impegniamo talmente tante forze nella costruzione della nostra realtà virtuale perfetta che alla fine ci rimangono pochissime energie per la nostra vera vita.9-      Rischiamo di rovinare le nostre relazioni sociali. Quando siamo davanti ad uno schermo tutto ci sembra possibile e non abbiamo problemi a scrivere ciò che pensiamo. Però poi, quando ci troviamo davanti un individuo in carne e ossa, molto spesso ci chiudiamo a guscio e non riusciamo a esprimere i nostri pensieri. E tutto ciò ovviamente può causare gravi problemi.10-   Lo so, lo avrete sentito dire milioni di volte, ma è sempre importante ribadirlo: alla fine viviamo una volta sola, non avremo mai la possibilità di recuperare il tempo perso stando ai telefoni, e un giorno sicuramente ci pentiremo di aver trascurato la nostra vita per un maledetto telefonino. E la soluzione è una sola: prendere e spegnere quel maledetto cellulare, uscire, e riprendersi in mano la propria vita.

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.



POTREBBERO INTERESSARTI