Ultimo agg. 13 ore e 54 minuti fa

Trovata morta in villetta a Cesa, spacciatore condannato a otto anni

Cronaca del
di Barbara Perissi
222

Trovata morta in villetta a Cesa, spacciatore condannato a otto anni

Diciannovenne trovata morta dopo un festino in una villa a Cesa in Valdichiana nel comune di Marciano (Arezzo), spacciatore condannato a otto anni. La sentenza è arrivata nel pomeriggio ed è stata pronunciata in Tribunale ad Arezzo dal Gup Fabio Lombardo. Jbeil Moez, trentenne, era accusato di morte in conseguenza di altro reato e spaccio di sostanza stupefacente. Il Gup ha inflitto sei anni per il primo reato, due per il secondo, in più ha comminato un'ammenda di 18 mila euro e disposto un maxi risarcimento di 400mila euro in via provvisionale ai familiari della diciannovenne, che sono scoppiati a piangere alla lettura del dispositivo. Al loro fianco l'avvocato Sabina Senatore, parte civile. L'imputato, che era in aula, è tornato in carcere. La tragedia era avvenuta l'11 marzo 2017 in una villetta di Cesa, in Valdichiana. Mai rintracciato l'altro magrebino che era con Sara Smahi e lo spacciatore condannato. Sara era di origini marocchine, abitava a Sansepolcro e stava cercando di uscire dal tunnel della droga.