Ultimo agg. 1 ora e 58 minuti fa

APP per ogni gusto sessuale e la doppia dipendenza CHEMSEX

Salute e Bellezza del
di Elisa Marcheselli
611

APP per ogni gusto sessuale e la doppia dipendenza CHEMSEX

Sono sempre più diffusi anche in Italia festini a base di sesso e droga in case private. Il fenomeno sempre più allarmante è stato indagato da gruppi di ricerche psicosociali, sottolineando come apposite App siano i mezzi più usati per la ricerca di partner sessuali improvvisati, e per ritrovarsi in festini che durano giorni tra persone del tutto sconosciute.

Si sta parlando di una doppia dipendenza, fatta da droga e sesso. E questo fenomeno si sta diffondendo sempre di più tra la comunità omosessuale, con il nome del “ChemSex“. L’Osservatorio Gender ci informa che tale pratica ha origini dalla Gran Bretagna, dove la lotta al “sesso chimico“, inteso come mix micidiale di droghe e sesso, è divenuta una “priorità di salute pubblica”.

L’utilizzo di sostanze per aumentare il piacere sessuale con proprietà anoressizzanti e psicostimolanti, sfruttano il sistema dopaminergico e agiscono sul sistema nervoso centrale alterando il controllo delle emozioni e dei freni inibitori. Gli effetti collaterali variano dai disturbi cardiaci, perdita dell’appetito, ipertensione, allucinazioni, insonnia e psicosi.

I dati del Sert del Nord Italia mostrano un progressivo e preoccupante aumento di questo fenomeno del “sesso chimico”, che si collega anche con l’uso improprio delle Chat e delle App per incontri.

Ormai esistono App di incontri per ogni gusto sessuale. Le frontiere degli appuntamenti online si modificano costantemente i base alle richieste e ai bisogni della collettività. Sono ormai anni che esistono siti e applicazioni che permettono alle persone di conoscersi ed incontrarsi. Sempre più persone, nonostante siano bombardati nei social network di inviti ad eventi di qualsiasi genere e gusto, ricorrono all’uso di queste applicazioni per trovare ciò che desiderano.

E’ sempre più difficile trovare nella vita reale, in una serata in un locale, un uomo o una donna per condividere una storia o anche una semplice sequenza di incontri conoscitivi. Questo dipende da fattori quantitativi, ovvero le persone non hanno più voglia di attendere le risposte o “sprecare” energie per conoscere una persona, e qualitative ovvero bisogna saper bene cosa vogliamo incontrare nell’altro/a e saper selezionare in base alle proprie caratteristiche. Tutto questo prevede una chiarezza mentale e una serenità emotiva che molto spesso lascia spazio alla scorciatoia di raggiungere l’altro/a attraverso il mezzo digitale, illudendosi di mantenere una sorta di distacco e magari di conoscere l’altro solo attraverso la chat. Ricordiamoci che il rapporto umano non potrà mai  essere  sostituito da nessun mezzo. Dall’altro lato, non dobbiamo demonizzare le chat, perchè se sapute usare sono indubbiamente un mezzo utile per raggiungere persone e iniziare la fase successiva di incontri vis a vis, che saranno le vere interazioni conoscitive.

Un uso scorretto della tecnologia per conoscere persone e creare incontri solo a scopo sessuale è un comportamento insano che può portare a malattie e traumi psicologici dai quali bisogna tenere alla larga con ogni mezzo gli adolescenti.

www.elisamarcheselli

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.