Ultimo agg. 1 ora e 39 minuti fa

Aree degradate, Gamurrini "lunedì firma della convenzione"

Politica del
di Maddalena Pieroni
256

Aree degradate, Gamurrini

Lunedì 18 dicembre il Comune di Arezzo dovrà recarsi a Roma per la firma della convenzione attraverso la quale potranno essere erogati i 17 milioni del bando periferie. Una boccata d’ossigeno attesa da tempo dall’amministrazione comunale aretina che in più di un’occasione ha sollecitato l’arrivo di questi fondi. Dopo questo passaggio sarà necessario che gli uffici competenti presentino al ministero i progetti definitivi indicando le aree di intervento.ADVERTISING “Quindici giorni fa – spiega il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – siamo stati avvisati di questo step finale. Lunedì finalmente firmeremo la convenzione e poi potremo metterci al lavoro per terminare la progettazione che vedrà una riqualificazione completa di buona parte della città.  Un progetto che verrà immediatamente presentato sarà quello riguardante il restauro dei giardini del Porcinai di viale Michelangelo. La Soprintendenza ha già dato il suo parere favorevole e abbiamo tutte le autorizzazioni necessarie a procedere”. L’area indicata dall’amministrazione come oggetto di interventi è quella a sud dalla ferrovia. “Per intederci – spiega il vicesindaco – dal parco di via Arno fino a via Fiorentina. Passando da Saione, Campo di Marte e Colle del Pionta. Soltanto per questi quartieri è previsto un investimento di 3 milioni di euro per opere di riqualificazione ordinaria, illuminazione pubblica e video sorveglianza. Abbiamo voluto rispondere alle necessità dei nostri cittadini che chiedono all’amministrazione un grande impegno sul fronte della sicurezza”.I tempi ancora sono tutti da definire nel dettaglio ma quello che è certo è che entro l’estate l’amministrazione potrà iniziare a realizzare le gare d’appalto per dare il via alle opere. “Il nostro obiettivo è proprio questo – conclude Gamurrini – nei giorni passati abbiamo partecipato ad incontri e tavoli di progettazione riguardanti lavoro pubblici di particolare importanza. Tanto per citarne alcuni, martedì ho avuto un confronto con i progettisti che realizzeranno le modifiche all’intersezione di via Fiorentina, poi con quelli che si occuperanno del sottopassaggio del Baldaccio ed infine abbiamo avuto uno scambio Tft per quello che riguarda le attività di recupero di piazza della Repubblica”.