Il Comune si riprende il Baldaccio, dimezza la Cadorna, abbatte il muro con affreschi di Icastica

Politica del 27-09-2017
di Maddalena Pieroni

Il Comune si riprende il Baldaccio, dimezza la Cadorna, abbatte il muro con affreschi di Icastica

Il parcheggio Baldaccio torna alla gestione del Comune di Arezzo. Lo ha comunicato oggi alla stampa il sindaco Alessandro Ghinelli dopo aver chiuso, alle 12.30, l'accordo con Imprepark che gestiva il parcheggio dopo il passaggio da Impregilo. Una questione irrisolta da almeno 15 annni, ha detto Ghinelli, con 802 posti auto e 60 box che tornano alla gestione comunale e alla vendita (i box) ai cittadini interessati. Sara' Atam a gestire il parcheggio Baldaccio a partite dal primo di ottobre. Parallelamente Ghinelli ha spiegato la progettualita' intorno all'area del Baldaccio per renderla piu' appetibile agli aretini come area di sosta. Atam si incarichera' di restituire nuova illuminazione e nuove telecamere per la sicurezza. Contemporaneamente il parcheggio della Cadorna sara' smantellato per lasciar posto, nella zona corpo di guardia, a negozi, nella parte centrale, ad un'area verde, in parte sara' parcheggio per residenti e nella zona che tocca via Petrarca, restera' parcheggio a rotazione per sosta breve. Il sindaco ha anche aggiunto di essere intenzionato ad abbattere il muro che divide il parcheggio di via Garibaldi con la Cadorna, quel muro che ospita i murales di Icastica, di Eron e Moneyless "non sara' un'opera d'arte a fermarci" ha detto Ghinelli. Quanto alla fruibilita' dell'area, si pensa ad un collegamento maggiore con la zona del raccordo autostradale, che dovrebbe diventare a quattro corsie. In questo senso il sindaco ha avuto un colloquio con il Vice Ministro ai trasporti Nencini che dovrebbe convocare il primo cittadino quanto prima per discutere della questione finanziamento.




POTREBBERO INTERESSARTI