Colle del Pionta, arriva il sostegno dell'Unesco

Eventi del 04-07-2017
di Barbara Perissi

Colle del Pionta, arriva il sostegno dell'Unesco

Gli scavi archeologici del Colle del Pionta di Arezzo ottengono il patronicio della Commissione nazionale italiana dell'Unesco e ripartono, sotto l'egida della Sopritendenza Toscana, a partire da domani. Il prestigioso supporto è stato concesso all'associazione culturale “Academo” per l'intervento archeologico, con rilevanti finalità culturali legate alla storia antica di Arezzo, che sta realizzando al Pionta. “Un patrocinio estremamente selettivo che è un onore aver ottenuto - ha annunciato il sindaco Alessandro Ghinelli. Gli scavi riguardano la ricerca di documenti che ricostruiscono la storia della nostra città”. In particolare gli scavi mirano ad individuare la tomba del vescovo San Donato, martirizzayo nel 304 dopo Cristo e il tempio a lui dedicato consacrato nel 1302 e successivamente andato distrutto. “Questo riconoscimento è la novità più importante perché - commenta Mauro Mariottini, presidente di Academo - l'Unesco ha riconosciuto la validità del lavoro svolto. Dalla documentazione prodotta ha capito l'importanza dello scavo che è un mezzo culturale per Arezzo”. La seconda fase degli scavi comincerà mercoledì 5 luglio sotto la supervisione di Alessandra Molinari, dell'università di Tor Vergata e di Silvia Vilucchi funzionario della Soprintendenza dei beni archeologici della Toscana.




POTREBBERO INTERESSARTI