Ultimo agg. 7 ore e 7 minuti fa

I cavalli di Aceves in mostra ad Arezzo

Attualità del
di Luigi Alberti
251

I cavalli di Aceves in mostra ad Arezzo

I cavalli sono arrivati ad Arezzo e stanno correndo in varie parti della città. La Mostra Lapidarium dalla parte dei vinti dello scultore messicano Gustavo Aceves fa tappa ad Arezzo proseguendo in un cammino itinerante che ha toccato piazze importantissime. Oltre 200 le opere realizzate in pietra, bronzo, resina che sono state allestite in varie parti del centro storico. Il tema è quello del viaggio e della migrazione. Aceves non ha nascosto la sua emozione quando gli è stato riferito del rapporto diretto con Piero della Francesca. "Non potevo crederci, quando sono arrivato in Italia e ho deciso di vivere in Toscana, mi è venuto il tremore nel sapere che questa era la sua terra". L'idea della peregrinazione si sposa  con la libertà che il cavallo riesce a interpretare. Ispirato dalla Quadriga di San Marco, Aceves ci ha regalato il simbolo della sua idea che ha continuamente inseguito e realizzato.  "Il rapporto con Arezzo diventa un fattore determinante - ha sottolineato il sindaco Ghinelli - visto il significato che il cavallo ha per la nostra città, ad iniziare dalla raffigurazione del nostro stemma". Non ha nascosto la sua soddisfazione il responsabile dell'Ufficio Cultura Roberto Barbetti. "Essere riusciti a portare ad Arezzo una mostra di questo livello ci riempie di grande soddisfazione. Non era facile alzare l'asticella dopo Timer e Riva. Con Aceves siamo andati ancora più avanti. E la Fortezza, che ospita la maggior parte delle opere, si conferma luogo ideale per mostre di questo livello".