Furti, rapine e truffe insidie estive, il caso Lucignano e il lavoro dei carabinieri sul territorio aretino

Cronaca del 15-07-2017
di Barbara Perissi

Furti, rapine e truffe insidie estive, il caso Lucignano e il lavoro dei carabinieri sul territorio aretino

Non si ferma d'estate l'ondata di furti e rapine che in estate colpisce negozi ed appartamenti. A Lucignano marito e moglie sono stati svegliati di notte, lui trascinato alla cassaforte dove ha sbagliato combinazione due volte e si è sentito male. I rapinatori, prima di fuggire, gli hanno bagnato il viso per farlo riprendere. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri. Ad Arezzo, questa notte, i carabinieri hanno arrestato un 39enne romeno disoccupato, residente ad Arezzo sospreso mentre usciva da una finestra della scuola media superiore “IV Novembre” dove aveva rubato un violino. L'uomo è stato arrestato. Questa mattina la convalida, il pm Albergotti ha chiesto l'obbligo di dimora notturna e la firma. Non meno preoccupante il fenomeno delle truffe, altra insidia estiva. A Terranuova Bracciolini i carabinieri hanno denunciato un 45enne napoletano per essrsi fatto accreditare 250 euro da un 29enne valdarnese per l'acquisto fasullo di un gommone. Un 53enne macedone è stato arrestato dai carabinieri a Lucignano, l'uomo è ricercato per truffa nel suo paese d'origine.




POTREBBERO INTERESSARTI