Ultimo agg. 7 ore e 27 minuti fa

Caserma di via Filzi, per Leu, tutta la vicenda è un brutto pasticcio

Attualità del
di Luca Tosi
51

Caserma di via Filzi, per Leu, tutta la vicenda è un brutto pasticcio

Ad Arezzo sulla futura sede della Polizia Municipale Giunta e maggioranza giocano a rinviare la discussione, inventano sotterfugi come far mancare il numero legale in Consiglio comunale, provano a silenziare il dibattito per nascondere la scelta di spostare la sede in Via Filzi. Ghinelli e la sua Giunta da mesi sfuggono ad un dibattito trasparente e argomentato, dunque il loro stesso atteggiamento fa sorgere spontanee diverse domande.Ricordiamo innanzitutto le tappe di questa grave condotta. Consiglio comunale del 18 giugno: Ghinelli chiede di rinviare la discussione su questo tema, promettendola pubblicamente per la successiva seduta. Riunioni del Consiglio comunale del 16 luglio e 9 agosto: la parola data non viene mantenuta, dell’argomento non se ne parla. E si arriva al Consiglio comunale del 24 settembre: il sindaco comunica che è stato dato un incarico ad un professionista "per un progetto specifico" sull'immobile di Via Filzi. Complimenti!  Per questo la città, e noi con essa, fa otto domande a Sindaco e Giunta. 1. La discussione preliminare che il Consiglio comunale aveva l'obbligo di fare sull'atto d'indirizzo che fine ha fatto? 2. E l'impegno preso dal Sindaco perché non è stato mantenuto? 3. Le valutazioni urbanistiche e logistiche su un edificio che insiste in una strada stretta, a senso unico, senza parcheggi e caotica per le emergenze, non sono forse importanti? 4. E i denari pubblici che possono essere risparmiati, se anziché su un edificio privato in Via Filzi la scelta cadesse su Via Tagliamento di proprietà comunale, non contano niente per gli attuali amministratori? 5. Forse sull'area di Via Tagliamento, idonea da tutti i punti di vista ad ospitare i vigili, s'intendono compiere operazioni di altro genere? 6. Corrisponde al vero la voce che per usare l'edificio di Via Filzi si è escogitato un artificio da finanza creativa? 7. Perché nell'ultima seduta del Consiglio comunale i consiglieri di maggioranza se ne sono andati, impedendo che si facesse chiarezza sulle voci secondo le quali l'incarico sarebbe stato dato anzitempo? Insomma, di questo caso assai anomalo, per Ghinelli e la sua Giunta meno se ne parla meglio è; per noi, invece, se ne deve parlare eccome. Infine, la domanda regina. 8. Perché questo incaponimento a spostare i vigili urbani proprio lì? E' la domanda che ogni cittadino di buon senso e di qualunque orientamento politico si pone. Noi continueremo a porla in ogni occasione e a contestare una scelta opaca e illogica da tutti i punti di vista.