Mazzoli attacca il Pd castiglionese: brindisi inopportuno

Attualità del 14-11-2017
di Luigi Alberti

Mazzoli attacca il Pd castiglionese: brindisi inopportuno

C’era da aspettarselo dopo la sentenza del processo all’ex sindaco di Castiglion Fiorentino e altri, si scatena, ridicolo, il tentativo da parte del PD locale di vendicarsi nei confronti di chi, il Partito Comunista dei Lavoratori, in questi anni , più di altri li ha attaccati indicandoli non solo come i responsabili del malgoverno che ha condotto il nostro comune al commissariamento e ha gettato sulle spalle dei cittadini e delle famiglie il ripianamento del grave dissesto finanziario, ma soprattutto come il partito responsabile delle gravissime politiche antioperaie e antipopolari che stanno attraversando il nostro paese da anni, valga un esempio fra tutti: la criminale legge Fornero che innalza l’età pensionabile.Quindi i piddini locali ,dimostrando tutta la loro intelligenza e il rispetto per i cittadini, si fanno i selfies ,in pieno stile renziano, brindando alla faccia dei castiglionesi, poi recitano fino alla nausea il mantra che noi saremmo la stampella della destra e che spariamo addosso al PD. Sparare sul PD locale è un po’ come sparare sulla croce rossa, basta vedere le “figurine” che rimediano i consiglieri comunali di questo partito: non solo non esercitano la minima forma di opposizione ma sono loro che vengono attaccati addirittura dai banchi della maggioranza, dovendo ogni volta giustificarsi per le politiche dissennate delle precedenti giunte del “glorioso” centrosinistra, se non addirittura fare scena muta quando vengono chiamati in causa per vicende personali mai chiarite. Sono tanti gli scheletri affastellati da questi signori dentro gli armadi.Invitiamo i cittadini a riguardarsi i filmati dei consigli comunali facilmente reperibili su internet o gli atti del consiglio comunale per vedere come abbiamo votato sui vari provvedimenti,per rendersi conto dell’ennesima bugia sostenuta da questi personaggi. Il PD ha delle responsabilità enormi nei confronti della comunità castiglionese: anni di politiche dissennate, di sprechi, di demagogia, vogliamo parlare dell’operazione Castiglioni Innova? Dei costi che gravano come un macigno sui contribuenti per l’operazione abnorme del magazzino comunale? Vogliamo parlare dell’operazione centrale a biomasse che avrebbe dovuto sostituire lo zuccherificio?La vera, e unica sponda della destra a Castiglion Fiorentino è il PD stesso che ha consegnato il paese nella mani della giunta di Agnelli come si consegna un pacchetto regalo, il PD che da sempre ammicca alla destra. Qui come altrove nel paese.Rammentiamo l’invito del “postfascista” cognato del signor Tulliani a Castiglion Fiorentino a inaugurare l’orribile restauro della sala del consiglio comunale, il fatto che durante gli anni della giunta Brandi si insedia nel centro storico il circolo di Casapound, che è concesso l’uso della sala consiliare all’organizzazione neofascista Forza Nuova per la raccolta di firme per la presentazione elettorale.Con la coerenza e con l’onestà dei marxisti rivoluzionari, il Partito Comunista dei Lavoratori sta all’opposizione dura di una giunta che non ha certo bisogno dell’appoggio di nessuno, con coerenza e onestà cerchiamo di rappresentare gli interessi dei lavoratori e dei ceti sociali più deboli in consiglio comunale, con coerenza e onestà parliamo di giustizia, e parliamo soprattutto di politica, altro che il farneticare piddino di gogne ghigliottine e fucilazioni!Non accettiamo lezioni di coerenza e onestà intellettuale e non,da nessuno, siamo orgogliosamente comunisti rivoluzionari che vi piaccia o no.




POTREBBERO INTERESSARTI