Mercatino, la carica dei 340mila: bilancio da record

Cinema del 16-10-2017
di Luigi Alberto Alberti

Mercatino, la carica dei 340mila: bilancio da record

Oltre 340mila visitatori, provenienti dalla provincia e dal centro Italia hanno invaso l’area del “Mercatissimo”, che per tre giorni, da venerdì 13 a domenica 15 ottobre, ha riportato in centro la sua carovana di sapori da tutto il mondo. Grande soddisfazione da parte di Confcommercio e Fiva che già si preparano all’edizione 2018: previsti più banchi, maggiore spazio agli operatori locali e nuove zone da individuare per rendere il percorso ancor più fluido e accessibile. Prossimo appuntamento per il terzo week end di ottobre 2018, da venerdì 19 a domenica 21. Si è chiusa ieri (domenica 15 ottobre 2017) un’edizione da record per il Mercato Internazionale di Arezzo, che, oltre ogni più rosea previsione, centra l’obiettivo e sfonda il muro delle trecentoquarantamila presenze in tre giorni. Una cifra da capogiro, che annienta ogni superstizione per l’avvio di venerdì 13 e sancisce il successo della kermesse lanciata da Confcommercio e Fiva con il patrocinio del Comune di Arezzo e il sostegno della Camera di Commercio e di GP Motors. Merito anche del meteo favorevole, che ha regalato tre giorni d’estate in pieno ottobre, convincendo molti a prendersi una piccola vacanza tra gli stand che proponevano le eccellenze gastronomiche e artigianali di ben quattro continenti. Grande la soddisfazione degli organizzatori, Confcommercio in testa, regista di un evento che si consolida sempre di più nel calendario autunnale cittadino mettendo a segno una tredicesima edizione già in partenza da record, con ben 260 espositori, di cui 170 stranieri provenienti da 33 nazioni e 90 locali, raccolti in un’area di oltre 6.000 mq, che sono riusciti a richiamare, oltre agli aretini, turisti da tutta la provincia e dal centro Italia. Un mix di sapori e tradizioni ha avvolto la città baciata dal sole che, come ormai accade da tempo, ha risposto in maniera massiccia all’appuntamento del “Mercatissimo”, così ribattezzato dagli organi di stampa e dagli espositori. Famiglie, gruppi di giovani e non, si sono riversati nel lunghissimo percorso caratterizzato da banchi di ogni genere posizionati lungo via Spinello fino a via Guadagnoli, in tutta l’area Eden e nelle piazze Risorgimento e San Jacopo, dove gli stand di Coldiretti hanno fatto da padroni. Piazza San’Agostino, la zona più a nord dell’evento, ha rappresentato il consolidamento di un’altra realtà di successo, trasformandosi nella casa ideale dei “food truck” per il cibo di strada, apprezzati per la qualità e l’originalità delle proposte, oltre che per la felice posizione: a due passi da un verdissimo prato sintetico, ideale per una sosta picnic. Impeccabile anche il servizio d’ordine della manifestazione, con numerosi steward presenti ai varchi e agli accessi del Mercato per fornire informazioni e aiuto ai passanti, coadiuvati dalle forze dell’ordine impegnate a monitorare giorno e notte la zona insieme alla Croce Rossa, sempre vigile con i suoi addetti in tenuta rossa.



POTREBBERO INTERESSARTI