Ultimo agg. 28 minuti fa

La sorpresa di Cortona, la conferma di San Giovanni Valdarno

Editoriale del
di Luigi Alberti
145

La sorpresa di Cortona, la conferma di San Giovanni Valdarno

Il ribaltone di Cortona e la conferma di San Giovanni. Il primo sindaco donna dal dopoguerra all'ombra del Marzocco, il primo sindaco non di sinistra a Cortona, non mancano le novità in questa tornata di ballottaggi. A San Giovanni Valentina Vadi ha vinto senza problemi. Il Pd ha tenuto botta e ha respinto l'assalto dell'indomito Francesco Carbini, un politico di lungo corso che le ha provate di tutte per scardinare il fortino classico della sinistra. Decisamente clamoroso il risultato di Cortona che finalizza un lento ma graduale processo che si era evidenziato in tutta la Valdichiana. Meoni per anni è stato l'interprete dei disagi e del malcontento di Cortona. Non aveva trovato le sponde giuste. Poi qualcosa è cambiato quando la Lega ha fatto breccia nelle urne. Il regista dell'operazione è stato Marco Casucci che fin dall'inizio ha giocato la carta Meoni, imponendo questa scelta agli alleati. I numeri gli hanno dato ragione. Ora inizia il difficile perchè governare una città come Cortona non è semplice. Nel Pd serve una profonda autocritica. la sconfitta non è nata ieri sera, bensì al momento della bocciatura del sindaco uscente. Andrea Bernardini ha pagato anche questo dazio. A meno che anche questa volta la colpa non sia di Renzi. A conti fatti l'unico soddisfatto oltre a Valentina Vadi resta Simone Tartaro che prenderà il posto della Vadi in Consiglio regionale.

(Nella foto Ramacciotti Bernardini e Meoni con Padellaro a Cortona in occasione della presentazione del libro su Almirante e Berlinguer).