Gli italiani e lo sport

Sportivamente del 06-03-2017
di Andrea Iacobelli

Gli italiani e lo sport

Fare attività fisica è importante fin da piccoli. Praticare sport, con il giusto approccio, aiuta la mente, lo spirito e permette di maturare. Ma quali sono gli sport più apprezzati ed eseguiti in Italia? Quante persone si dichiarano sedentarie? Quante totalmente inattive?

L'Italia è il paese della buona cucina, si sa, e bilanciarlo con una buona dose di attività fisica sarebbe l'ideale, ma questa non sembra la direzione intrapresa nel nostro paese. Innanzitutto l'Italia è il paese europeo in cui si svolgono meno ore di educazione fisica. Le nostre sconsolanti due orette settimanali, vengono, ad esempio, raddoppiate in Francia. Oltre che per la quantità del tempo, spesso a peccare è anche la qualità delle lezioni di educazione fisica, prese come un intervallo bis dagli studenti.

Per quanto riguarda gli sport, la situazione non è delle più rosee, ma qualcosa si sta muovendo: secondo l'ultimo dato Istat, riportato nel 2016, la quota di sportivi sarebbe salita quasi del 3% (per un totale di 33,3%), sfiorando i 20 milioni di praticanti. I sedentari, però, sarebbero il 40%, ancora troppi; si distingue quindi una fascia di sportivi sporadici, rinominata dall'Istat “attivi fisicamente” del 26,7%. Il dato generale non è però omogeneo nell'intero stivale: al nord gli sportivi sfiorano le vette del 40%, al centro scendono al 35%, sprofondando al 23% al sud dove, invece, i sedentari superano il 50%. Non è un caso che l'obesità si riscontri maggiormente nella zona meridionale del nostro paese.

Lo sport è, ovviamente, ad appannaggio principalmente giovanile: fra i 6 e i 24 anni, le percentuali di sedentari variano fra 22 e 35%, mentre aumentano drasticamente con l'avanzare dell'età. Fra i generi spicca quello maschile: ad esclusione della fascia di età fra i 3-5 anni, in cui sono le bambine a praticare più sport, nelle altre gli uomini superano le donne, con il massimo distacco fra i 20 e 24 anni (70% contro 40%).

Quali sono gli sport più praticati in Italia? Inutile dirlo, ma il calcio rimane sempre il carro trainante dello sport italico: più di un milione sono infatti i tesserati per società calcistiche (che sono più di tredicimila). Alle spalle del colosso pallonaro, seguono la volley e basket, quasi a pari merito: 365mila per i primi, 313mila per gli amanti della palla a spicchi. Al quarto posto si afferma il tennis (285mila iscritti) e, forse un po' a sorpresa, la top 5 è chiusa da pesca sportiva e attività subacquee.Tutti i dati forniti ci offrono importanti spunti di riflessione. Innanzitutto la differenza fra nord e sud ha di certo una matrice economica: praticare uno sport costa e non tutti possono permetterselo. Bisognerà di certo intervenire in maniera più decisa nelle regioni del sud, facilitando le famiglie meno fortunate. Un altro dato interessante è il distacco fra praticanti uomini e donne: forse c'è ancora un preconcetto culturale legato alla propensione mascolina dello sport su cui il nostro paese dovrà lavorare per migliorare.

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.




POTREBBERO INTERESSARTI