Ultimo agg. 18 minuti fa

Digitalizzazione della professione e psicoterapia on line

Salute e Bellezza del
di Elisa Marcheselli
223

Digitalizzazione della professione e psicoterapia on line

Inizia una nuova progettualità: la prima esperienza di PSICOTERAPIA DIGITALE CON LA PIATTAFORMA NARRATIVA DNM.

Coordinato dalla Dott.ssa Elisa Marcheselli, in qualità di responsabile scientifico.

La piattaforma è stata ideata dall'Antropologa Cristina Cenci. Nel team multidisciplinare anche il Filosofo Alessandro Franceschini.

L'ambiente DNM rispetta tutte le regole del GDPR e garantisce ai pazienti che i loro dati non potranno essere diffusi nel web. La piattaforma, simula uno studio ambulatoriale di psicoterapia, in tutte le sue componenti e strumenti. Il paziente ha uno spazio digitale per interagire con il proprio terapeuta tramite regole specifiche e tools selezionati appositamente in base all’obbiettivo da raggiungere.

La psicodiagnosi e la terapia virtuale attualmente sono un argomento dibattuto anche dall'Ordine Nazionale degli Psicologi.  In merito esiste un documento del 5 Aprile 2017 COMMISSIONE ATTI TIPICI, OSSERVATORIO E TUTELA DELLA PROFESSIONE Digitalizzazione della professione e dell’intervento psicologico mediato dal web (CNOP, Consiglio Nazionale dell’ Ordine Psicologi).

Il cambiamento epocale ci pone difronte la necessita di valutare a fondo la possibilità di usare la virtualità come semplice estensione della realtà, trasportando le prassi e teorie psicologiche conosciute, tracciando i mezzi, le possibilità e anche i limiti di un intervento psicologico tramite la Relazione Virtuale.Le ­prestazioni ­psicologiche ­on­line­ (dalla ­valutazione­ sino­ alla terapia)­ nel ­mondo ­sono ­una ­pratica diffusissima­ e­ con una importante diffusione e penetrazione.­ In ­America­ tali ­pratiche ­risalgono­ addirittura ai ­primi­ anni­ ’70.

­Attualmente ­solo ­negli ­States ­è­ più ­del­ 20%­ la percentuale ­di ­psicologi ­che­ offre ­qualche forma­ di­ consulenza­ psicologica ­on­line.­ Inoltre si assiste ad un incremento costante della domanda di psicologia e delle prestazioni psicologiche on line in Italia: secondo ­il­ rapporto­ della­ Presidenza­ del­ Consiglio dei ­Ministri­ del­ 2015,­ il­ 25%­ degli­ italiani­ ricorre­ a internet ­per ­ottenere­ informazioni­ sulla­ salute, ­ed­ è­ stato registrato ­un incremento ­della ­ricerca­ di­ informazioni­ sulla­ salute­ attraverso ­Internet ­passando ­dal ­45%­ al­ 50%­ dal­ 2011 ­al­ 2013 ­(strategie­ per ­la ­crescita digitale­ 2014-2020, ­Presidenza ­del­ Consiglio ­dei ­ministri, 2015). Affrontando, in modo più analitico il tema del l’impatto delle nuove tecnologie di comunicazione sulla professione psicologica ci si confronta con l’eterogeneità di questo mondo,caratterizzato da dispositivi, tools, modalità di socializzazione e interazione di vario genere e non sempre a prova di tutela dei dati sensibili.

In ragione di questa ricchezza e complessità la piattaforma in oggetto rappresenta uno strumento virtuale in grado di garantire la riservatezza delle informazione e dei dati sensibili dei pazienti. 

I bisogni e le attese degli utenti pongono i professionisti verso nuove sfide poste dal mondo tecnologico, con un atteggiamento trasparente che possa garantire organicità e rispetto della  professione.

Dott.ssa Elisa Marcheselli

www.elisamarcheselli.it