Ultimo agg. 12 ore e 48 minuti fa

Arezzo partita doppia. Prima a Cuneo e poi quella della società

Sport del
di Andrea Avato
152

Arezzo partita doppia. Prima a Cuneo e poi quella della società

Una settimana di tempo. I curatori volevano fare in fretta e in fretta hanno fatto. Considerando che il bando è stato pubblicato ieri, che ci sono due weekend di mezzo e che il 16 a mezzogiorno scade il termine per presentare l'offerta d'acquisto, i giorni disponibili per preparare soldi e documenti sono pochissimi.Chi vuole veramente l'Us Arezzo, dovrà frugarsi in tasca senza stare a pensarci più di tanto. Un impegno gravoso, che se da un lato potrebbe riportare la società a una condizione di preziosa normalità, dall'altro richiede uno sforzo incredibile sul piano organizzativo ed economico.Le condizioni poste dai curatori sono stringenti e, sommando la debitoria sportiva pregressa a quella che maturerà dal 16 aprile al 30 giugno oltre che alle rateizzazioni in corso, per acquisire la proprietà del complesso aziendale servirà all'incirca un milione di euro.Poi c'è la fideiussione depositata a inizio stagione, che è stata escussa ma non ancora incassata. Difficilmente i 350mila euro arriveranno prima del 30 giugno ed è per questo che la Lega ne vuole un'altra, stavolta bancaria e non assicurativa.Su questo punto, però, è presumibile che gli imprenditori interessati all'operazione tenteranno una mediazione forte con il presidente Gravina e il segretario generale Ghirelli. E' paradossale, difatti, che una fideiussione stipulata con una compagnia suggerita dalla Lega stessa, Argo International Group, debba diventare un onere per soggetti terzi, ancorché interessati a rilevare l'Us Arezzo, soltanto perché la Lega non ha certezza dei tempi d'incasso.Di buono c'è che nel conteggio di cui sopra non sono inseriti i crediti vantati dalla società amaranto nei confronti della Lega stessa e che riguardano mutualità, minutaggio under e diritti televisivi. A spanne siamo sui 200mila euro che vanno detratti dal totale.Da lunedì bisognerà costituire la newco, finanziarla e preparare la liquidità. Una salvezza, quella dell'Arezzo, che viaggia su due binari paralleli: il campo e le scrivanie.

Intanto la squadra domani gioca a Cuneo. Per pavanel la partita è più difficile che con il Livorno. Non gioca sabatino. Il capitano starà fuori un mese.