Ultimo agg. 10 minuti fa

Arezzo, La Cava non si arrende e punta alla proroga

Sport del
di Andrea Avato
66

Arezzo, La Cava non si arrende e punta alla proroga

Giorgio La Cava non demorde. E' vero che ci sono tanti soldi da investire per rilevare l'Arezzo, ma ogni gol che segna la squadra, ogni vittoria conquistata sul campo, è un pungolo in più per andare avanti. Mai come adesso la questione tecnica e quella societaria sono legate a doppio filo, tant'è che ieri, nel summit di Roma, non si è parlato soltanto di fideiussioni, rateizzazioni e assegni circolari, ma anche di partite e classifica.L'immobiliarista di Perugia ha riunito nella capitale il suo commercialista di fiducia, Vincenzo Foglia Manzillo, il segretario generale dell'Arezzo, Gianluca Zinci, e il consigliere comunale Paolo Bertini. Sono stati passati al setaccio i numeri che i curatori hanno inserito nel bando per l'asta di lunedì prossimo ed è stata messa a punto una strategia che possa garantire l'allungamento dell'amministrazione controllata. Francario e Ioffredi debbono avere liquidità in cassa per far fronte alle spese correnti e al saldo degli stipendi + F24 della seconda metà di marzo (l'esercizio provvisorio è stato concesso il 15 marzo). Trattasi di 97mila euro. Da qui e dalla base d'asta, fissata in 77.500 euro, bisogna partire. Poi ci sarebbe tutto il resto, per arrivare fino alla debitoria sportiva complessiva che sale oltre il milione.''Io vado avanti nonostante tutto, nonostante le condizioni del bando, la penalizzazione che deve arrivare in classifica e l'incertezza sulla categoria della prossima stagione'' ha detto Giorgio La Cava, il quale ha confermato che il giorno decisivo potrebbe non essere lunedì 16 aprile.