Insuperabili, disabili campioni dentro e fuori dal campo

Sportivamente del 27-03-2017
di Emanuele Trovato

Insuperabili, disabili campioni dentro e fuori dal campo

Il progetto Insuperabili nasce a Torino da un'idea partorita nel 2011 da due amici, Davide Leonardi e Ezio Grosso. 

Dal sud al nord sono circa 300 gli atleti disabili, di tutte le età, che si divertono e imparano sui campi verdi con un approccio multidisciplinare: da quello tecnico a quella educativo. Attraverso il calcio si mira a garantire la crescita e l’integrazione di ragazzi con disabilità all’interno della società, individuando nello sport uno strumento di socializzazione e integrazione che con il divertimento e l’allenamento può portare miglioramenti a livello di salute psico-fisica, alla soddisfazione personale e più in generale alla qualità della vita del singolo atleta. Ogni gruppo è seguito anche da un educatore, da uno psicologo e, se necessario, da logopedisti e fisioterapisti. 

Dal 2015 le Academy Insuperabili sono diventate parte del progetto Reset Academy, progetto unico, rivolto al mondo del calcio giovanile che propone un nuovo modello di insegnamento basato sul corretto stile di vita, di gioco e di apprendimento da parte dei giovani. Il progetto è rivoluzionario, perché porta in campo i ragazzi disabili con un approccio del tutto nuovo. I primi a schierarsi a favore del progetto sono stati Giorgio Chiellini e Marcello Lippi, il difensore come testimonial della Onlus Insuperabili e il grande allenatore come presidente onorario dell'Accademia Reset. 

La scuola calcio viene autofinanziata tramite eventi benefici, sponsorizzazioni, contributi da parte di calciatori nazionali ed internazionali e di personaggi famosi. In collaborazione con "Che Fatica la Vita da Bomber", una delle pagine social network più clikkate in Italia,  nasce il primo "Insuperabili Shop" di Torino, il negozio di abbigliamento nato per inserire nel mondo del lavoro atleti disabili e per contribuire a finanziare con il ricavato delle vendite il progetto che, oltre alla scuola calcio, comprende altre attività inerenti al mondo dell'intrattenimento per persone diversamente abili. 

In Italia stanno nascendo sempre di più realtà che mirano all'utilità sociale del Calcio, veicolo di integrazione e unione delle diversità.Ci auguriamo che in molti possano prendere ispirazione da un progetto come "Insuperabili"e possa questo essere il primo di tanti progetti che fanno dello Sport la linfa vitale della società.Un grande in bocca al lupo a tutti i campioni: superabili e insuperabili!

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.




POTREBBERO INTERESSARTI