Il Pd elegge Donella Mattesini al vertice dell'Assemblea Provinciale

Politica del 05-12-2017
di Luigi Alberti

Il Pd elegge Donella Mattesini al vertice dell'Assemblea Provinciale

Il Pd aretino si è ricompattato dopo il confronto congressuale. Ieri sera nel salone della Borsa Merci la Senatrice Donella Mattesini è stata eletta Presidente dell'assemblea Provinciale, il massimo organismo istituzionale del partito che ha eletto la Direzione. Una scelta pletorica dei suoi componenti visto che sono oltre cento le persone chiamate a fare parte dell'organismo. Netta la predominanza dei renziani, ma assai rappresentata la componente della minoranza orlandiana. La scelta di Donella Mattesini è arrivata al termine di una trattativa tra le componenti che ha puntato a trovare un punto di equilibrio nel segno dell'unità. Sparuta, ma presente, l'area che all'ultimo congresso ha votato Emiliano. Non ci sono stati interventi dei massini esponenti del partito eletti nelle istituzioni. In prima fila i parlamentari e i consiglieri regionali hanno simbolicamente dato il loro assenso al risultato raggiunto che porta il Pd aretino verso un appuntamento che si prospetta difficile. Lo stesso segretario provinciale Albano Ricci nel suo discorso finale ha richiamato all'unità e alla riscoperta dei valori comuni che hanno caratterizzato l'idea del pd a 10 anni dalla sua nascita. Ricci ha elogiato l'iniziativa dei Giovani Democratici che nei giorni scorsi hanno organizzato un evento sul rigurgito dell'estrema destra anche in Italia. La scelta del 4 dicembre è stata casuale, visto che questa data arriva un anno dopo la sconfitta referendaria. Nei pochi interventi che si sono succeduti, è arrivato un appello all'unità e ad una maggiore vicinanza tra vertice e base, in particolare sono stati i sindaci a reclamare questo passaggio. Ricci ha annunciato che in agenda ha la visita in tutti i circoli della Provincia. Intanto le elezioni si avvicinano e una cosa è certa, non ci saranno primarie. Il Pd non si può permettere di dividersi di nuovo.st. Pd ritrova unità: Mattesini PresidenteIl Pd aretino si è ricompattato dopo il confronto congressuale. Ieri sera nel salone della Borsa Merci la Senatrice Donella Mattesini è stata eletta Presidente dell'assemblea Provinciale, il massimo organismo istituzionale del partito che ha eletto la Direzione. Una scelta pletorica dei suoi componenti visto che sono oltre cento le persone chiamate a fare parte dell'organismo. Netta la predominanza dei renziani, ma assai rappresentata la componente della minoranza orlandiana. La scelta di Donella Mattesini è arrivata al termine di una trattativa tra le componenti che ha puntato a trovare un punto di equilibrio nel segno dell'unità. Sparuta, ma presente, l'area che all'ultimo congresso ha votato Emiliano. Non ci sono stati interventi dei massini esponenti del partito eletti nelle istituzioni. In prima fila i parlamentari e i consiglieri regionali hanno simbolicamente dato il loro assenso al risultato raggiunto che porta il Pd aretino verso un appuntamento che si prospetta difficile. Lo stesso segretario provinciale Albano Ricci nel suo discorso finale ha richiamato all'unità e alla riscoperta dei valori comuni che hanno caratterizzato l'idea del pd a 10 anni dalla sua nascita. Ricci ha elogiato l'iniziativa dei Giovani Democratici che nei giorni scorsi hanno organizzato un evento sul rigurgito dell'estrema destra anche in Italia. La scelta del 4 dicembre è stata casuale, visto che questa data arriva un anno dopo la sconfitta referendaria. Nei pochi interventi che si sono succeduti, è arrivato un appello all'unità e ad una maggiore vicinanza tra vertice e base, in particolare sono stati i sindaci a reclamare questo passaggio. Ricci ha annunciato che in agenda ha la visita in tutti i circoli della Provincia. Intanto le elezioni si avvicinano e una cosa è certa, non ci saranno primarie. Il Pd non si può permettere di dividersi di nuovo.




POTREBBERO INTERESSARTI