Ultimo agg. 23 minuti fa

Il 2 Aprile giornata di doppia riflessione

Salute e Bellezza del
di Elisa Marcheselli
158

Il 2 Aprile giornata di doppia riflessione

Il 2 aprile , una giornata dedicata a due riflessioni.

All' autismo, disturbo del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d'interessi e comportamenti ripetitivi.

E un giorno dedicato a combattere le fake news e imparare a smascherarle.

L' International Fact-Checking Day, la giornata mondiale contro la disinformazione. Giunta alla sua terza edizione, l’iniziativa è promossa dall’International Fact-Checking Network, in collaborazione con organizzazioni di tutto il mondo. La giornata è stata istituita per promuovere la corretta informazione online, richiedendo a tutti di fare la propria parte ed avere un approccio più consapevole alla lettura e diffusione delle notizie.

I social network hanno un ruolo sovrano nel costruire e narrare i fatti. I fatti oggettivi sono trasformati in fatti sociali, con la digitalizzazione della comunicazione. I social network influenzano le nostre scelte, e sono in grado di orientare le proprie scelte decisionali. Secondo il vocabolario Garzanti della lingua italiana, un “fatto” e' «cio' che e' reale, concreto». Per esempio, e' un fatto che questo articolo inizi con l’ affermazione «il 2 aprile». Lo possiamo verificare immediatamente guardando il testo dell’articolo. Per questo parliamo di “fatto oggettivo”.

Ma non tutti i fatti sono verificabili immediatamente. Soprattutto i fatti sociali, la cui verità è determinata dalla rete sociale a cui ci rivolgiamo. È fondamentale essere consapevoli che on line, possono coesistere notizie false con notizie vere e che il navigatore devo mettere in atto delle cautele prima di condividere o diffondere fatti dei quali non conosce la fonte o le dinamiche.

Le fake news sono appunto articoli redatti con informazioni inventate, ingannevoli o distorte, resi pubblici con il deliberato intento di disinformare o diffondere bufale attraverso i mezzi di informazione.

“La libertà deriva dalla consapevolezza, la consapevolezza deriva dalla conoscenza, la conoscenza deriva (anche) dall'informazione, dallo studio e dalla lettura senza pregiudizi.” Nasetti.

Dott.ssa Elisa Marcheselli

www.elisamarcheselli.it