Ultimo agg. 1 ora e 28 minuti fa

Sai cos'è il Morbillo?

Salute e Bellezza del
di Michele Giuseppi
439

Sai cos'è il Morbillo?

È la malattia infettiva esantematica per eccellenza, causata da un virus del genere Morbillovirus. È una malattia molto contagiosa, nota per colpire nel periodo infantile, tra 1 e 3 anni. Si trasmette solo nell’uomo tramite le secrezioni orali (tosse e starnuti) e data la sua spiccata infettività è bene che i malati siano tenuti in un regime di isolamento. Una volta contratto, il morbillo, dona un’immunizzazione teoricamente definitiva quindi la malattia non si scatenerà più durante l’arco della vita.

Non ha segni particolarmente gravi, provoca principalmente un’eruzione cutanea diffusa che dura tra i 10 e i 20 giorni. I primi sintomi a comparire sono simili a quelli del raffreddore (tosse secca, naso che cola, congiuntivite) e una febbre che spesso supera i 40 gradi. Segni caratteristici della malattia sono la comparsa delle macchie di Koplik: dei punti bianchi all’interno della bocca. Meno di una settimana dopo l’inizio dei sintomi si ha la comparsa dell’esantema dietro le orecchie e sul viso. La persona che ha contratto la malattia è contagiosa dal primo giorno in cui appaiono i sintomi, avrà il suo picco durante il periodo febbrile e smetterà di esserlo a una settimana dalla comparsa delle eruzioni cutanee.

Le complicazioni sono relativamente rare, ma il morbillo è pur sempre responsabile di un numero compreso tra le 30 e le 100 morti ogni 100.000 persone colpite. Le complicazioni sono dovute principalmente a sovrainfezioni batteriche: otite media, laringite, diarrea, polmonite o encefaliti (infiammazioni del cervello). Le complicazioni appaiono più spesso nei neonati, nelle persone malnutrite o immunocompromesse. Inoltre può essere causa di prematurità in bambini le cui madri hanno subito il contagio in gravidanza.

Non esiste una cura specifica per il morbillo, si possono attenuare i sintomi tramite i farmaci, ma la risoluzione dell’infezione è operata dal nostro sistema immunitario. Esiste in compenso un vaccino effettuato con virus vivi attenuati, è detto Trivalente perché inoculato insieme ai virus della Parotite e della Rosolia. Come per tutti i vaccini vivi attenuati, la vaccinazione non viene effettuata negli individui con deficit immunitario o sotto terapia immunosoppressiva (corticoidi, antineoplastici, antirigetto), né, per precauzione, nelle donne gravide o che desiderano esserlo nel mese successivo. Invece, è consigliato alle persone infette da Hiv che non hanno ancora sviluppato l’Aids.

Allegato all’articolo vi lascio il link per accedere al bollettino rilasciato dall’Istituto Superiore di Sanità con tema il Morbillo, in cui si possono trovare dati e grafici molto interessanti e semplici per osservare lo sviluppo e il decorso della malattia, nel tempo, in Italia. http://www.epicentro.iss.it/problemi/morbillo/bollettino/RM_News_2018_38.pdf

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.