Ultimo agg. 6 ore e 33 minuti fa

Risse, minacce e furti: denunce in serie dei carabinieri in Valdarno

Cronaca del
di Luigi Alberti
68

Risse, minacce e furti: denunce in serie dei carabinieri in Valdarno

I Carabinieri della Stazione di Levane al termine di attività di indagine hanno denunciato un pluripregiudicato italiano, con problemi di tossicodipendenza alle spalle ed attualmente disoccupato, il quale aveva rubato un trattore agricolo, per poi abbandonarlo poche centinaia di metri fuori dalla sede di una nota azienda di manifatture in cemento con sede nel Valdarno. Il mezzo è stato restituito al proprietario all'arrivo dei carabinieri.I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno hanno deferito in stato di libertà un impiegato italiano con precedenti di polizia per resistenza a pubblico ufficiale poiché, una volta fermato per un regolare controllo mentre si trovava alla guida della sua vettura, era stato trovato in possesso di una piccola quantità di cocaina ed aveva cercato di strapparla dalle mani di uno dei due Carabinieri che lo avevano fermato per altro spingendolo con violenza.Infine, la Stazione di Montevarchi ha denunciato due diversi soggetti responsabili di due diverse attività illecite: il primo, un operaio italiano incensurato, durante una classica lite con un vicino di casa lo ha minacciato e preso a pugni in faccia causandogli delle lesioni al volto; nel secondo caso, una badante tunisina, anch’essa incensurata, la quale si era occupata di badare per diverso tempo alla sorella gravemente malata, quando questa è deceduta ha deciso di ritornare al proprio paese di origine portando con se diversi beni come diversi titoli di credito, tre paia di occhiali, posate, suppellettili varie nonché vestiti e profumi per un valore complessivo di poco superiore ai cinquecento euro, tutti beni appartenuti alla sorella; il marito di quest’ultima, una volta accortosi del furto ha subito denunciato il fatto ai Carabinieri.