Aquí en España

Mete del 08-06-2017
di Marta Franchi

Aquí en España

Venite a farvi un giro qui in Spagna, a Madrid, nel profondo della Castiglia. Non sarà facile abituarsi agli orari che scivolano verso le ore più tarde, ma già dal primo giorno ci prenderete gusto. Ed eccovi, già vi vedo, a cercare refrigerio dalla calura nel parco del Ritiro, isola di pace di molti madrileni. Soddisfatti di camminare in plaza Mayor, incantati quando vi troverete nella magnifica plaza de Cibeles. Esausti dopo una lunga giornata trascorsa a camminare e visitare, sono sicura che vi incontrerò in una delle miriadi di piazzette che pullulano per il centro della capitale, magari nella meno turistica Lavapiés, soddisfatti delle stuzzicanti tapas che vi serviranno per accompagnare una caña di birra. La domenica andrete a contrattare il prezzo degli articoli nel mercato del Rastro, vero esempio dell’anima mediterranea della metropoli e potrete gustare un buon pranzo nei quartieri di Malasaña e Chaberí, fuori dalle solite rotte di visitatori.

Ma a Madrid è bello perdersi soprattutto di notte, quando il bianco accecante degli edifici brilla a contrasto con il buio del cielo. È di notte che qua nascono le storie più vere e che tutto appare più vivo. Perdetevi a Madrid di notte ed è molto probabile che vi incontrerò mentre cantate in qualche bar pieno di spagnoli ubriachi di vita.

La parte più affascinante della Castiglia è però quella che si allontana dalla capitale. Quando arriverete a Segovia vi piacerà scattare le foto di rito all’imponente acquedotto romano, confondervi fra i suoi vicoli e arrivare fino all’alcázar, castello che dicono abbia ispirato perfino Walt Disney. Qui, dalla cima della torre, il vostro occhio si disorienterà soddisfatto fra le curve orografiche che si rincorrono. Terra di chilometri e chilometri di puro nulla, di sole e di linee ocra senza fine, di torrenti e fiumi incontaminati che sbucano dove tutto sembra arido. È proprio in Castiglia che vennero girate molte pellicole western ed è la Castiglia, provincia di Burgos, che il nostro Sergio Leone scelse per alcune parti de Il Buono, il Brutto e il Cattivo.

Per ultimo, andrete a visitare Cuenca. Città medievale dalle famose casas colgadas e dalle strade labirintiche. Entrerete nel centro urbano dall’ingresso più scenografico, dall’antico ponte di ferro, sospeso fra le due grandi pareti rocciose che dividono la città. Quando arriverete a Cuenca sentirete la necessità di concedervi un giro fra i suoi monti magici, lontani dall’immaginazione di qualsiasi visitatore. La conclusione perfetta del vostro viaggio sarà la discesa di un canyon, in questo periodo dell’anno percorsi da fiumi rumorosi. E mentre scivolerete trascinati dalla corrente e con il naso che punta al cielo, vi sentirete in perfetto equilibrio con tutto ciò che vi circonda e ammirerete la magnificenza di cui è capace la natura, ripetendo a voi stessi che tutto il cammino fatto fino a quel momento ha valso la pena di essere vissuto.

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.



POTREBBERO INTERESSARTI