Ultimo agg. 10 ore e 14 minuti fa

Al Teatro Sole di Bibbiena approda

Arte del
di Marco Cavini
257

Al Teatro Sole di Bibbiena approda

Diete improbabili e scienza della nutrizione. Dallo scontro tra questi due mondi paralleli nasce “Mamma, ho perso una taglia”, lo spettacolo teatrale su cui martedì 26 giugno, alle ore 21, si accenderanno i riflettori del Cinema Teatro Sole di Bibbiena (via Garibaldi, 19). Una pièce sui generis capace di mettere a confronto il bizzarro universo delle diete fai-da-te con la verità scientifica, attraverso le storie di Agata, Giovanna, Mariolino, Gaia e Pio, cinque personaggi accomunati da uno stesso obiettivo: perdere una taglia. Scritto dalla nota nutrizionista Valentina Guttadauro e dallo showman fiorentino Raffaello Zanieri (qui anche in veste di regista), “Mamma ho perso una taglia si configura come uno spaccato di vita reale capace di lanciare messaggi sui quali sorridere e, al tempo stesso riflettere, sfatando miti e leggende metropolitana che, da sempre, gravitano intorno al mondo dell’alimentazione.  “Nessuno ha mai allestito uno spettacolo sul tema della nutrizione – spiega il regista Raffaello Zanieri.- Ci è dunque sembrato interessante ed innovativo portare questa realtà sul palcoscenico di un teatro prendendo spunto dal vissuto delle persone comuni che, osservato da un punto di vista scientifico, permette di regalare al pubblico non soltanto risate, ma anche pillole di scienza.” Interpretati da Giovanna Calabrese, Lorenzo Braccini, Maria Pia Principalli, Fulvio Ferrati e Francesca Borri, i cinque protagonisti porteranno infatti in scena storie di vita quotidiana in cui lo spettatore potrà immedesimarsi per un totale di tredici scene che si focalizzeranno su altrettanti argomenti di carattere nutrizionale. Di fondamentale importanza è perciò il ruolo della nutrizionista (affidato alla stessa Guttadauro) che, guidandoci tra le vicende dei personaggi, cercherà di instradarli verso comportamenti corretti e stili di vita salutari.  “Il mondo delle diete è accattivante, variegato e pieno di false promesse- illustra Valentina Guttadauro.- Da quelle che circolano sul web a quelle delle star, passando per quelle pubblicizzate dai media: tutte regalano l’illusione di uno stile di vita sano, ma lasciano anche chili difficili da smaltire. Questo spettacolo intende dunque sensibilizzare chi ascolta restituendo una visione reale e concreta della lotta contro il cibo che ognuno di noi conduce quotidianamente, e spesso in segreto, adottando strategie prive di fondamento scientifico e pertanto, destinate a fallire”.  Dopo il fortunato esordio in terra fiorentina, “Mamma, perso una taglia” arriva dunque in Casentino con il biglietto da visita di uno spettacolo teatrale avvincente e fuori dagli schemi che, grazie alla comicità dei suoi personaggi, si farà veicolo di un concetto fondamentale: non si dimagrisce con il sentito dire, ma attraverso una corretta alimentazione. Info e prenotazioni - 3495697615