Ultimo agg. 9 minuti fa

Assemblea calda alla Bekaert. Proposto il boicottaggio dei prodotti

Attualità del
di Luigi Alberti
104

Assemblea calda alla Bekaert. Proposto il boicottaggio dei prodotti

Oggi alla Bekaert si è tenuta l’assemblea dei lavoratori durante la quale,nonostate la spada di Damocle dell’annunciata chiusura dello stabilimento, è stato deciso di continuare comunque con la produzione. Nel corso dell’assemblea il segretario Fiom Cgil Daniele Calosi ha rilasciato dichiarazioni al vetriolo nei confronti della multinazionale belga.“Bekaert, un’azienda guidata da bugiardi- ha detto- Il mondo non gira per la logica del profitto, ma grazie a persone oneste che si impegnano per svolgere al meglio il loro lavoro. Lo dimostreremo, lo stiamo già facendo e insieme alle istituzioni insisteremo per ottenere il ritiro della procedura di licenziamento. Boicottiamo i prodotti Bekaert! Colpiamo l’azienda al cuore del prodotto, che non é solo lo steel cord che va negli pneumatici ma anche ad esempio il filo che tiene il tappo degli spumanti italiani.”Durante l’assemblea inoltre sono state lanciate possibili iniziative: “A luglio- ha detto Calosi- organizzare una manifestazione di fronte alla sede belga di Bekaert.Ad agosto, quando lo stabilimento figlinese chiuderà per le 2 settimane di ferie, rendere l’ingresso della fabbrica il centro della città. Lo faremo vivere con eventi e manifestazioni.A settembre ci porteranno via con la forza pubblica perché noi rimarremmo insieme. Intendiamo lavorare il periodo di preavviso. Ringraziamo tutta la comunità del Valdarno- ha terminato l’esponente Fiom- e della provincia che ci é stata vicina.”