Ultimo agg. 20 minuti fa

Lasciò bimba in auto, chiesta archiviazione per la madre fu amnesia dissociativa

Cronaca del
di Barbara Perissi
239

Lasciò bimba in auto, chiesta archiviazione per la madre fu amnesia dissociativa

Bimba di diciotto mesi morta in auto dopo cinque ore sotto il sole, il pm Andrea Claudiani, d’accordo con il procuratore di Arezzo Roberto Rossi chiede l’archiviazione per la la madre, non ci fu colpa perché la donna, nel momento in cui aveva lasciato la figlia in auto era affetta da amnesia dissociativa. Il fatto a accadde a inizio giugno scorso a Castelfranco di Sopra  La mamma la trentottenne Ilaria Naldini, di Terranuova Bracciolini, segretario comunale a Castelfranco Pia di Sco la mattina del 7 giugno scorso uscì di casa per andare all’asilo a portare la figlioletta per poi raggiungere il comune di Castelfranco. All’uscita dal lavoro, dopo le 14, la donna sali in auto e si accorse con stupore della piccola in auto. Le grida attirarono i passanti e che avvisarono il 118 ma per la piccola non c’era più niente da fare. Tamara, questo il nome della bimba, era rimasta bloccata nella vettura, posteggiata davanti al comune, dalle 8 alle 14. La donna, soccorsa prima dal 118 poi ascoltata dai carabinieri, era indagata per la morte della piccola. La procura di Arezzo, dopo aver esaminato i riscontri dei periti ha concluso le indagini preliminari ed ha deciso di chiedere l’archiviazione per Ilaria Naldini sofferente di amnesia dissociativa e dunque senza colpa nel momento in cui abbandono Tamara in auto. La donna in sostanza a causa della patologia sarebbe stata convinta senza alcun dubbio di aver portato Tamara all’asilo