I vincitori del Premio Musicale Luigi Tenco 2017

Musica del 21-06-2017
di Lorenzo Diozzi

I vincitori del Premio Musicale Luigi Tenco 2017

Dopo una ampia scelta di artisti anche quest’anno sono stati premiati i vincitori del Premio Tenco con l’ambita Targa celebrativa. Prima di andare a curiosare tra i vincitori però ripercorriamo brevemente la storia di questa rassegna musicale. Il Premio Tenco nasce come Festival delle “altre canzoni” italiane, un festival che con intelligente provocazione mira a rendere onore ad artisti italiani privandosi però dei ridondanti elementi di mero spettacolo e gossip che invece sono un punto di forza di altri festival. Il Club Tenco, organizzatore dell’evento, dagli anni ’70 ricorda e si batte non solo per tenere vivo il ricordo di Luigi Tenco ma soprattutto per permettere alla sua idea di mondo musicale di non scomparire. Un mondo non fatto di luci e di grandi presentatori ma fatto di contenuti ed emozioni. Questo festival infatti premia la “canzone di autore” e lo fa nella libertà di ascolto e di gusti che ognuno possiede senza assegnare premi su proposte di sponsor o case discografiche. Con questa formula non vengono solamente celebrati i grandi autori ma anche quelli ancora poco noti che stanno emergendo in Italia. I risultati sono sempre stati molto precisi e tra i vincitori si possono trovare i nomi di De André, Lucio Dalla, Guccini, Conte, e De Gregori premiati durante la loro carriera ma anche i nomi di Cristina Donà, Morgan, Appino, Le luci della centrale elettrica e Motta premiati invece per la loro “opera prima” e oggi diventati grandi artisti della realtà musicale italiana.

Ecco quindi i vincitori delle varie categorie:

-Miglior disco a Claudio Lolli con Il grande freddo. Questo disco ha vinto nonostante la presenza di meritevoli finalisti come Baustelle, Le luci della centrale elettrica, Benvegnù, Edda e Brunori SAS.

-Miglior canzone all’apprezzatissimo Brunori SAS con La verità.

-Miglior interprete di canzoni a Ginevra Di Marco con La rubia canta la negra.

-Miglior album in dialetto a Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro "Canti, ballate e ipocondrie d’ammore”. Questa categoria scegliendo i finalisti del premio e poi il vincitore permette a grandi opere in dialetto di essere meglio conosciute dal pubblico. Gli album di questa categoria sono sempre ottime produzioni non solo per la ricercatezza della melodia ma anche per i contenuti spesso descrittivi di storie e leggende della società tradizionale di ogni angolo di Italia.

-Migliore opera prima a Lastanzadigreta  con Creature selvagge. Il Club Tenco sceglie sempre molto bene le opere prime da premiare e per questo consiglio di non perdere in futuro neppure le opere successive dei gruppi che hanno ricevuto questo riconoscimento. 

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.



POTREBBERO INTERESSARTI