Ultimo agg. 13 ore e 3 minuti fa

Arezzo, capitale della musica polifonica

Attualità del
di Maddalena Pieroni
38

Arezzo, capitale della musica polifonica

Arezzo capitale della musica polifonica: i prossimi 17 e 18 novembre nella città toscana si rinnova l'appuntamento con Concorso Polifonico Nazionale "Guido d'Arezzo", la manifestazione che, giunta alla sua 35ma edizione, vede gareggiare formazioni corali provenienti da tutta Italia. Arrivano da Roma, Crema, Susegana (TV), Gorizia, Valperga (TO), Cernusco sul Naviglio (MI), Bergamo, San Bonifacio (VR), Perugia, Beinette (CN), Andria (BA) e Castelfranco Veneto (TV) gli oltre 300 cantanti che, armati di pentagramma e di passione, si contenderanno la vittoria e l'ammissione diretta al Concorso Polifonico Internazionale 2019. Una gara che offre anche un'imperdibile occasione di ascoltare bellissima musica. I cori divisi in quattro categorie (cori misti, cori pari, voci bianche e ensemble vocali), si sfideranno davanti al pubblico in esibizioni ad ingresso libero che si svolgeranno secondo il seguente calendario.Si comincia sabato 17 novembre nella Chiesa di San Michele dove alle ore 17.30 si esibiranno i cori misti, mentre alle ore 21.00 saranno di scena gli ensemble vocali. Domenica 18 novembre, sempre nella Chiesa di San Michele, alle ore 10.30 si sfiderà la categoria dei Cori pari mentre alle 12 quella delle voci bianche.Gran finale nella Chiesa di San Francesco che sempre domenica 18 novembre a partire dalle ore 15.00 ospiterà il concerto e la premiazione dei vincitori.La giuria che decreterà i vincitori è formata da Luigi Azzolini, Gianfranco Cambareri, Francesco Erle, Franca Floris, Stojan Kuret e Luigi Marzola.Il Concorso Polifonico Nazionale "Guido d'Arezzo", è una delle più importanti manifestazioni corali italiane che si affianca al celebre Concorso Internazionale che si tiene in agosto da ormai 66 anni e che ha fatto di Arezzo la vera capitale mondiale della coralità. Nato nel 1984, il Concorso Nazionale offre la possibilità a diverse categorie di cori "dilettanti" di confrontarsi proponendo brani di diverse epoche storiche.