Giornata Nazionale 22 aprile: la salute della donna

Salute e Bellezza del 19-04-2017
di Elisa Marcheselli

Giornata Nazionale 22 aprile: la salute della donna

Sabato 22 Aprile ricorre la seconda Giornata nazionale dedicata alla salute della donna, istituita dal Ministero della Salute, con il patrocinio di numerose società scientifiche e Associazioni di pazienti e cittadini. Nell’ambito di questa iniziativa, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), anche quest’anno promuove una “open week”, dedicata alla “salute in rosa”, in oltre 150 ospedali italiani, tra quelli che hanno ottenuto il riconoscimento dei “bollini rosa” come strutture a misura di donna, per il biennio 2016-2017. La Asl sud est ha aderito con il Misericordia di Grosseto, il San Donato ad Arezzo e il Santa Maria della Gruccia di Montevarchi.

In queste giornate il volto della medicina si allarga alla presenza di altre discipline che riflettono dal loro angolo prospettico sul problema salute – malattia, sulla totalità dell’organismo come unità inscindibile e che richiede più sguardi specifici per cogliere il senso dell’unità totale. In questo anche la psicologia ha fatto i suoi passaggi, cioè è stata accettata in questo circolo ed ha contribuito a sviluppare la problematica di salute-malattia. La psicologia ha avuto una accoglienza negli ultimi 20 anni per lo meno abbastanza importante, anche perché di fatto si è dimostrato che era utile, e perciò ha potuto dimostrare la sua importanza non solo indiretta, nel senso dei comportamenti, degli stili di vita, ma anche in virtù delle capacità dirette da parte della mente ( quindi dimensioni psicologiche ) di influire sul soma, sul fisico, sulla salute. Per quel che riguarda l’importanza della psicologia sul piano dei comportamenti, viene citata spessissimo una relazione di un ministro della sanità degli Stati Uniti che, facendo la relazione annuale sullo stato di salute del paese, qualche anno fa disse esplicitamente che oltre il 50% delle morti che erano avvenute negli Stati Uniti in quell’anno potevano essere attribuite a problemi di comportamento, cioè a stili insalubri di comportamento: il fumare, l’eccesso di peso, la sicurezza stradale, il non fare esercizi fisici, insomma tutta una gamma di comportamenti che se avessero avuto un loro orientamento positivo avrebbero evitato molte morti . Questo naturalmente è un dato che ha fatto riflettere e che allarga il senso della posizione egemonica del solo fattore fisico biologico che riguarda la salute. Ma c’è un altro aspetto su cui io invece vorrei raccogliere alcune suggestioni per stimolare le vostre riflessioni, che riguarda le influenze più dirette che eventi mentali, che fattori psichici, hanno sul soma cioè sul corpo, e questo alla luce delle scoperte più recenti delle neuro scienze. Voi tutti sapete che da molti anni, già fin dagli anni ’30, si parlava di stress. Lo stress: anche questa è una parola alla moda. Ma naturalmente lo stress non è solo lo stress fisico, ma è anche lo stress mentale, lo stress psichico. Si è visto come molte patologie abbiano un’origine, o comunque una determinante che rappresenta un fattore significativo, di ordine mentale:perciò è significativo il modo con cui uno si confronta, risponde a certi stimoli, a certi eventi esterni.Tra l’altro in tutto il mondo si stanno diffondendo queste “life skils”. In Italia abbiamo cominciato a fare qualcosa, cioè tutta la valorizzazione della positività, la valorizzazione delle risorse, in campo sanitario il deviare l’attenzione dalla morbilità verso la vitalità, valorizzando strutture e operatori in grado di informare e far prevenzione.

Dott.ssa Elisa Marcheselli Psicologa Psicoterapeuta www.elisamarcheselli.it

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.




POTREBBERO INTERESSARTI