Ultimo agg. 12 ore e 44 minuti fa

Cronotachigrafo taroccato: multato autista sulla E45 a Pieve Santo Stefano

Cronaca del
di Luigi Alberti
31

Cronotachigrafo taroccato: multato autista sulla E45 a Pieve Santo Stefano

 Una pattuglia della polizia Stradale di Bagno di Romagna, nel corso di un controllo lungo la E45, ha pizzicato un camionista che aveva alterato il cronotachigrafo per guidare più ore di quanto imposto dalla Legge. Gli agenti, intercettato il mezzo pesante, lo hanno seguito per una decina di chilometri fino a Pieve Stanto Stefano dove gli hanno intimato l'alt. Al momento del controllo, il cronotachigrafo digitale segnava il conducente in riposo nonostante la pattuglia lo avesse seguito poco prima e per diversi chilometri. E' nato il forte sospetto che l'apparecchiatura fosse stata taroccata e, nell'immediato, il camionista è stato sanzionato con una multa di 1698 euro oltre al ritiro immediato della patente di guida ai fini della sospensione che va da giorni 15 a mesi tre con la decurtazione di dieci punti.A questo punto il personale della Stradale ha imposto all'uomo un riposo di 12 ore, non potendo stabilire con esattezza da quanto guidava, per poi sottoporre il mezzo pesante a un accurato accertamento. Portato in un'officina specializzata, è stato così scoperta un'apparecchiatura elettronca che interferiva col cronotachigrafo facendo risultare il veicolo a riposo nonostante lo stesso fosse in marcia. A finire nei guai, quindi, è stato un 45enne di Fermo che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Arezzo per aver alterato l'apparecchiatura rischiando, adesso, una pena da 6 mesi a 5 anni. Il dispositivo, disinstallato dall’automezzo e che si azionava a mezzo di un pulsante nella cabina di guida, è stato sottoposto a sequestro penale e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono in corso ulteriori accertamenti per individuare la località e l’autofficina che ha provveduto ad installare il sofisticato congegno.