Ultimo agg. 7 minuti fa

Cgil: Agorà paghi gli stipendi

Attualità del
di Luigi Alberti
155

Cgil: Agorà paghi gli stipendi

"Molti stipendi sono fermi da novembre e non ci sono ancora garanzie per il pagamento. Giovedì faremo un riscontro con i lavoratori  - annuncia Alessandra Ricciarini, della Fp Cgil. E il 13 marzo avremo una riunione, richiesta fin dalla scorsa settimana, con la direzione di Agorà per avere certezze sui pagamenti e, soprattutto, per comprendere la strategia di questa cooperativa, visto che il ritardo nella corresponsione degli stipendi non è più l'eccezione ma la regola".Tanto che la Fp Cgil ha già avuto in precedenza un incontro in Prefettura: "riteniamo - sottolineaRicciarini - che anche le istituzioni e le aziende quali l'Usl Toscana sud est si devono porre il problema del corretto funzionamento delle strutture per anziani gestite da Agorà". Si tratta di circa 500 lavoratori distribuiti nelle Rsa, nelle RSD  nelle case famiglia  e in strutture di Arezzo, Casentino, Valdichiana eValtiberina.Un problema che interessa non solo i lavoratori e la categoria sindacale ma anche i cittadini e la Cgil nel suo complesso: "stiamo parlando di servizi per fasce deboli della popolazione - sottolinea Alessandro Mugnai, segretario provinciale Cgil. Abbiamo ormai da molto tempo grande attenzione a questi servizi e la Fp si è sempre fatta carico di questa particolarità, anche di fronte ad accordi separati sottoscritti da altre sigle sindacali. Mettere al centro la tutela del servizio per gli anziani, non può tradursi, però, nella negazione dei diritti dei lavoratori, a cominciare dallo stipendio. Deve essere trovato un equilibrio tra interessi legittimi e nella sua faticosa ricerca chiediamo il contributo anche dei soggetti istituzionali o comunque dei suoi strumenti operativi, a cominciare dall'Usl Toscana Sud Est".