Ultimo agg. 38 minuti fa

Ceccarelli replica a Casucci su ferrovia Sinalunga-Stia

Attualità del
di Luigi Alberti
104

Ceccarelli replica a Casucci su ferrovia Sinalunga-Stia

"O Casucci ha delle informazioni che ancora non sono state comunicate alla Regione Toscana, oppure da ora in avanti oltre a rispondere alle sue interrogazioni dovremo anche farci carico di spiegargli le risposte, per evitare che si attribuisca meriti non suoi", a dirlo è l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, replicando al consigliere regionale della Lega Marco Casucci."Leggendo le sue dichiarazioni riportate questa mattina sulla stampa locale - spiega - vedo che il consigliere della Lega parla del prossimo arrivo di tre milioni di euro destinati dal Governo alla ferrovia Sinalunga-Stia. In realtà, i tre milioni citati da Casucci non sono altro che le risorse del Fondo Sociale di Coesione, accordate dal precedente Governo, in risposta alla nostra richiesta, e attualmente in attesa di formalizzazione tecnica. Grazie a queste risorse, che si aggiungerebbero ai 18 milioni già resi disponibili dalla Regione, si potrebbe bandire la gara per dotare la linea di un modernissimo sistema di sicurezza per la marcia dei treni. Purtroppo, però, dopo l'avvento del nuovo Governo tutte le nostre sollecitazioni sono rimaste senza risposta e ad oggi i tecnici del Ministero ci dicono che l'atto che attribuisce  ufficialmente le risorse non è stato ancora confezionato"."Dunque - conclude Ceccarelli - prima di attribuirsi meriti che non ha, meglio farebbe Casucci a interloquire con i suoi referenti a Roma affinché la ferrovia Sinalunga-Stia abbia certezza di quanto gli era stato attribuito. Al momento l'unica certezza è che con il precedente Governo i 3 milioni per il nostro progetto c'erano, mentre adesso sono entrati in una zona d'ombra. Discorso del tutto diverso è quello che attiene all'attuale rallentamento della velocità commerciale dei treni sulla linea a 50 km/h, che niente a che vedere con la questione dei 3 milioni, essendo conseguenza di provvedimenti recenti di Ansf cui i gestori della linea stanno adeguandosi, con la speranza che la situazione possa sbloccarsi nel giro di qualche mese."