Stagione del Petrarca, otto spettacoli di assoluto livello

Eventi del 19-09-2017
di Barbara Perissi

Stagione del Petrarca, otto spettacoli di assoluto livello

Otto spettacoli di prosa, tutti in doppia serata, di cui una prima nazionale assoluta, e tre spettacoli di danza: 8 – 2 – 1 – 3. È questa la combinazione per aprire il Teatro Petrarca e renderlo il palcoscenico della stagione teatrale 2017/2018 organizzata dall’amministrazione comunale e da Fondazione Toscana Spettacolo onlus.Il sindaco Alessandro Ghinelli: “spero che questa stagione confermi il successo delle precedenti. Siamo partiti nel 2015/2016 con un cartellone che ci ha dato subito soddisfazione nonostante sia stato organizzato in tempi ristretti. Nel 2016/2017 abbiamo investito con ‘coraggio’, prevedendo le repliche per ogni spettacolo e la cosa ci ha dato ragione, visto che abbiamo sempre registrato il tutto esaurito. Quest'anno proseguiamo sulla stessa strada. Tra i pilastri della nostra cultura, mostre, musica e teatro, quest’ultimo sta conoscendo una promozione costante fin dall’insediamento dell’amministrazione che presiedo. La riapertura del Teatro Petrarca ha significato restituire una struttura in cui tutti i cittadini possano riconoscersi, di recente vi è tornato anche il Polifonico, adesso è la volta di una stagione di qualità che può vantare un pubblico già consolidato”.La presidente di FTS Beatrice Magnolfi: “è il terzo anno che misuriamo il favore crescente del pubblico di Arezzo e per noi è un grande stimolo a fare sempre meglio. Abbiamo cominciato nella stagione 2014/2015 e abbiamo avuto con il teatro Mecenate una preparazione del pubblico ma il vero successo c'è stato con la riapertura del Petrarca: nel primo anno abbiamo avuto 14 spettacoli con 350 abbonati, l'anno successivo abbiamo inserito la seconda serata e gli abbonati sono saliti a 518 mentre le presenze di 2.000 unità. Adesso, ci sono 11 spettacoli per 19 serate. Molti titoli sono l’adattamento di romanzi molto famosi trasposti per la scena. E ancora, ritengo molto importante il rapporto tra cinema e teatro così come quello fra teatro e scuola. Spazio anche alla musica con il balletto. I prezzi degli abbonamenti e dei biglietti rispetto allo scorso anno rimangono invariati. Buona stagione a tutti”.Roberto Barbetti, dirigente comunale del servizio cultura: “Arezzo è una platea che punta moltissimo sulla qualità, qualsiasi evento che abbiamo proposto è stato frutto di una selezione da parte del pubblico. Sulla nuova stagione di prosa e di danza va sottolineato che mentre abbiamo mantenuto lo stesso prezzo per abbonamenti e biglietti abbiamo altresì aumentato uno spettacolo di danza e uno di prosa”.Si comincia giovedì 2 e venerdì 3 novembre con “L’avaro” di Molière nell’adattamento di Ugo Chiti e con un Arpagone speciale: Alessandro Benvenuti. Sabato 2 e domenica 3 dicembre, Monica Guerritore e Francesca Reggiani saranno le protagoniste di “Mariti e mogli”, spettacolo tratto dal film omonimo di Woody Allen. Sabato 16 e domenica 17 dicembre, Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati saranno le “Sorelle Materassi”, un libero adattamento ancora di Ugo Chiti del romanzo di Aldo Palazzeschi. Martedì 9 e mercoledì 10 gennaio Massimo Dapporto è “Un borghese piccolo piccolo”, tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami. Lunedì 5 e martedì 6 febbraio è in programma “Dirty dancing”, musical che torna sulle scene per celebrare i 30 anni di un film cult. La prima nazionale arriva sabato 24 e domenica 25 febbraio ed è “Miss Marple”, adattamento di Edoardo Erba del romanzo di Agatha Christie, con Maria Amelia Monti. Sabato 3 e domenica 4 marzo, Elena Sofia Ricci, GianMarco Tognazzi e Maurizio Donadoni interpretano “Vetri rotti” di Arthur Miller. Sabato 24 e domenica 25 marzo, Geppy Gleijeses e Vanessa Gravina sono i protagonisti de “Il piacere dell’onestà” di Luigi Pirandello.Per la danza, sono in programma le seguenti serate: sabato 20 gennaio, il Balletto del Sud mette in scena la “Carmen”, sabato 17 febbraio, Aterballetto presenta “Rain Dogs” e “Bliss”, venerdì 16 marzo, Junior Balletto di Toscana danza il “De rerum natura”. Tutti gli spettacoli sono alle 21. La campagna abbonamenti parte dando la precedenza al rinnovo per chi già era abbonato nella scorsa stagione: dal 9 al 14 ottobre al Teatro Petrarca, dal lunedì al venerdì in orario 10-13, 16-19 e il sabato 10-13. I nuovi abbonamenti, agli stessi orari, possono essere sottoscritti dal 16 al 21 ottobre. C’è una tripla opzione: abbonarsi per tutti gli 11 spettacoli, solo per gli 8 spettacoli di prosa oppure usufruire del carnet per i 3 spettacoli di danza. Quest’ultimo è acquistabile solo a fine campagna abbonamenti. Riduzioni per chi ha fino a 30 anni e oltre 65 anni, per gli iscritti alle associazioni teatrali del comune di Arezzo legalmente riconosciute, per i dipendenti comunali e per i soci Coop.Per i biglietti, invece, gli spettatori possono rivolgersi alla prevendita presso la Rete Teatrale Aretina in via Bicchieraia 34 il martedì e il giovedì in orario 16-19, la prevendita per il primo spettacolo scatta martedì 24 ottobre, 0575 1824380, info@reteteatralearetina.it. Presso il circuito BoxOffice, 055 210804, www.boxofficetoscana.it. Alla prevendita on-line su www.boxol.it. Il giorno dello spettacolo i biglietti ancora disponibili saranno venduti direttamente alla biglietteria del Teatro Petrarca dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.




POTREBBERO INTERESSARTI