La Spagna in un boccone

di Camilla Martini

La Spagna in un boccone

Da un po' di tempo osservavo da lontano questo ristorante…  La piccola insegna in legno, con una pentola disegnata color vinaccia mi ha subito incuriosita, così come le numerose lampadine racchiuse in barattoli e appese al soffitto che, in maniera così vivace e tenue, illuminano un ambiente piccolo e accogliente, mi hanno in qualche modo conquistata fin dal primo sguardo. Finalmente lo scorso fine settimana sono riuscita ad andarci e la sorpresa è stata trovare proprio lì, in Via Santa Trinita 3, a Prato, all’angolo con Piazza San Francesco, non solo dell’ottimo cibo ma anche un piccolo scorcio di Spagna.

La Cova” è un tapas bar, aperto nel 2014 e guidato da un gruppo di giovani ragazzi, accomunati da una evidente passione per la España e con un’idea ben precisa in mente: la condivisione e la “tapa” ben si presta a questo concetto.Le tapas nascono in Andalusia per poi diffondersi nel resto della penisola Iberica e raggiungere infine, anche le nostre coste.

Sono accattivanti, colorate, saporite, tutte diverse e… piccole; quest’ultimo credo sia uno degli aspetti più interessanti. Trattandosi di assaggini la cosa divertente è provarle tutte!! Il loro essere monoporzione rende il concetto di cena meno impegnativo, informale e soprattutto votato allo scambio fra i commensali; l’atmosfera che le accompagna è distesa, rilassata e allegra, adatta a queste calde giornate estive dove assaggiare, condividere e conversare diventa il miglior modo per sfuggire alla calura.

Non capisco come mai a nessuno sia venuto in mente di proclamare la tapa l’espressione alimentare di uno stile di vita in cui si prova tutto, si conversa molto, si beve in modo intelligente e si arriva alla non facile conclusione che, a piccole dosi, il mondo è bello”Questo è lo slogan che con intelligenza e bravura, viene proclamato e portato avanti da questo grazioso ristorante che ha come altro punto di forza, il rapporto qualità prezzo. Personalmente sono uscita sazia, soddisfatta e senza spendere cifre astronomiche.Conoscevo già la cucina spagnola ma alcuni piattini mi hanno davvero sorpresa come il formaggio Camembert Crujiente, impanato e fritto con granella di mandorle e accompagnato con confettura di lamponi. Oltre al suo gusto così particolare, in bilico fra il dolce e il salato, il servirlo viene su un stecco che ricorda vagamente un gelato, rende questo piatto non solo buonissimo ma anche divertente.Abbiamo poi assaggiato Il “pulpo a la galera” con curcuma, patate leggermente speziato e piccante, il “pincho moruno, ovvero spiedini di pollo marinati con spezie, le polpette di baccalà fritte con salsa all’aglio, le meravigliose patatas bravas (patate fritte con salsa piccante e all’aglio, le vongole al pomodoro, calamari alla piastra e ovviamente… il dolce: tortino alle mandorle con cioccolato a parte... Meraviglioso. Tutto questo tripudio di assaggini è stato accompagnato da una fresca e buonissima sangria. Adoro questa bevanda.. Confesso che mangio anche la frutta al suo interno… e la stessa di cannella…. Che soddisfazione quando scende nel bicchiere e lo riempie con il suo aroma.

Insomma una buonissima cena, divertente, servita da un personale cortese e veloce e soprattutto, diversa.

Potete trovare La Cova anche a Firenze! Da gennaio ha aperto in via Sdrucciolo de' Pitti 19/r. Un consiglio, non prendono prenotazioni, come nei veri tapas bar spagnoli, ma non spaventatevi.. La gentilezza del personale saprà farvi attendere poco e con dolcezza, servendovi qualche stuzzichino e da bere fino alle 23… Proprio come in Spagna!!

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.




POTREBBERO INTERESSARTI