Dal castello di Montecchio, il sentiero 559

Mete del 05-10-2017
di Marta Franchi

Dal castello di Montecchio, il sentiero 559

Oggi voglio proporvi una bel percorso trekking da poter fare sul nostro territorio, nel comune di Castiglion Fiorentino. È il sentiero 559 del CAI. Si tratta di un percorso che si distacca dal più famoso sentiero 50 e arriva fino al Castello di Montecchio. Io però preferisco proporvelo nella direzione contraria, partendo dal castello medievale fino al suo incrocio con il 50. In questo modo sarà facile per voi lasciare l’auto nel parcheggio del castello e poter proseguire a piedi per tutto il tratto, fino alla fine. Può essere inoltre una buona occasione per visitare una perla archeologica medievale della Val di Chiana; sono presenti ancora, infatti, le mura perimetrali, la torre e il cassero. Il castello è, anche se privato, visitabile su appuntamento. Ad effettuare la visita sono direttamente le archeologhe che hanno condotto gli scavi per conto dell’Università di Siena, due persone molto cordiali e competenti.

Una volta posteggiata l’auto, prendete la prima strada asfaltata che trovate sulla sinistra, lasciandovi quindi il castello alle vostre spalle. In ogni caso, i primi simboli bianchi e rossi verniciati dal CAI su punti visibili (come alberi, rocce o pali), lungo tutto il cammino, vi aiuteranno ogni volta a non perdervi e a seguire il sentiero giusto. Il dislivello totale è di soli 350 m circa, dislocati su 8 km; si tratta quindi di un’attività molto piacevole e adatta a tutti, da poter realizzare in un solo pomeriggio. Inoltre, il parco delle Comunanze è una postazione che si trova a circa metà del cammino. È quindi possibile, se lo si preferisce, effettuare anche un percorso più breve e facilitato, poiché questo sito è raggiungibile in auto, ha spazio per il parcheggio e, tra l’altro, tavoli e barbecue.

Il primo tratto, quello fino al Parco delle Comunanze, presenta maggiori difficoltà per quel che riguarda l’orientamento, avendo il cammino molti bivi e inserzioni su strade sterrate o asfaltate, ma credo che sia proprio questa piccola difficoltà a renderlo interessante. La seconda parte dell’escursione si svolge completamente dentro al bosco, che passa, mano a mano che continua la salita, da una vegetazione mediterranea, con pini, a una flora maggiormente appenninica, ricca di querce e castagni. Anche gli scorci panoramici, che per la maggior parte danno sul castello di Montecchio, sono molto suggestivi e  gradevoli alla vista. La stagione autunnale è, inoltre, particolarmente indicata per effettuare quest’escursione, poiché sono note le meravigliose variazioni cromatiche dei boschi e delle colline durante quest’epoca dell’anno.

Il sentiero 559 è, pertanto e complessivamente, molto piacevole, sia per le belle zone attraversate che per i suggestivi punti panoramici. Non presenta alcun tipo di difficoltà.

 

*#TeletruriaGiovani è un nuovo progetto coordinato da Teletruria, nato dalla volontà di dare voce ai giovani. Il team di #TeletruriaGiovani è formato esclusivamente da ragazzi under 40 non giornalisti che, per il gusto di scrivere e per la passione di condividere le loro esperienze, hanno deciso di curare delle rubriche tematiche. I ragazzi sono tutti volontari e scelgono in autonomia i temi su cui scrivere.




POTREBBERO INTERESSARTI